Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

La morte di Giuseppe Sinibaldi, 63 anni, ha lasciato annichilita l'interà comunità. Lo struggente addio del figlio in un post sui social: "Mancava un mese alla pensione, non doveva finire così"

E' stato indagato per 'omicidio colposo' e 'violazione della normativa sulla sicurezza nei luoghi di Lavoro' l'autista del compattatore che sabato mattina, all'interno della discarica di Colle Fagiolara a Colleferro, ha urtato un operaio di 63 anni, Giuseppe Sinibaldi. Un impatto violento che ha fatto cadere il poveretto da un'altezza di venticinque metri tra colline di rifiuti. Inutile ogni soccorso. L'uomo è morto per le gravi ferite riportate a seguito della caduta. A coordinare le indagini gli investigatori del commissariato di Colleferro e il magistrato della Procura di Velletri che ha disposto l'autopsia. Per questo motivo il corpo di Giuseppe Sinibaldi, vedovo e con due figli, è stato trasferito presso l'Istituto di Medicina legale dell'Università di 'Tor Vergata' dove oggi verranno svolti tutti gli accertamenti.

Il cordoglio del sindaco

Decine gli attestati di cordoglio espressi nei confronti della famiglia di Giuseppe Sinibaldi che a dicembre sarebbe andato in pensione. Il primo cittadino di Colleferro in un comunicato stampa ha annunciato per la giornata di domani il lutto cittadino. "A nome dell’Amministrazione Comunale intendo esprimere il più sincero cordoglio per l’improvvisa morte di Giuseppe Sinibaldi, avvenuta in mattinata presso la discarica di Colle Fagiolara. La sua scomparsa rappresenta una grave perdita per tutta la comunità. Le più sentite condoglianze giungano a tutti i suoi cari da parte dell'Amministrazione Comunale. Nella giornata di Lunedì 11 novembre è proclamato lutto cittadino"

Lo struggente addio del figlio

"No Papà non riesco ad accettarlo. No non così. No non per un incidente dove sei stato ingiustamente coinvolto. Non per incidente a lavoro. Non per un incidente a lavoro di sabato. Non  per un incidente a lavoro un mese prima della finalmente aspettata, guadagnata, sudata, e sofferta pensione. No non riesco ad accettarlo. No non riesco ad accettare che pochi minuti prima che accadesse ci siamo sentiti per telefono e mi avevi detto "appena stacco da lavoro andiamo a fare spesa insieme" ed io ti ho anche risposto male prima di riattaccare. No non riesco ad accettarlo. Non riesco ad accettare che sei andato via così tutto ad un tratto senza neanche il tempo di dirti ti voglio bene, e perdonami per non avertelo detto mai, perdonami per tutte le volte che ti ho risposto male, non ti ho dato le attenzioni che volevi. No non riesco ad accettarlo sto male. Non riesco ad accettare che sei dovuto morire li in quel posto schifoso da solo, non riesco ad accettare che non ero li accanto a te come in vita tua sei sempre stato accanto a me. No non riesco ad accettarlo che a 63 anni dovevi ancora lavorare. Lavorare sotto la pioggia a fare un lavoro duro per poter campare, campate te e campare me. Per la prima volta in vita mia questa volta ho veramente paura. Non ero pronto a tutto questo, non ero pronto a rimanere solo in casa, non ero pronto per affrontare le giornate lavorative tornare a casa e non trovare nessuno, no non ero pronto! Da quando mamma é volata via sei stato tu la roccia che mi ha sorretto, che si é occupato di tutto, ti devo la mia vita. Ti credevo indistruttibile Papà. Credevo di avere più tempo per dimostrarti il mio amore e ricambiare in qualche modo una vita di sacrifici che hai fatto per noi. Papà non riesco ancora a dire riposa in pace, vorrei che fosse solo un incubo. Papà mi manchi. Sono stato forte molte volte ma questa volta la vita mi ha proprio buttato a terra, non ho più forze e coraggio.  Papà saluta Mamma. Ti amo, e mi sento un vigliacco a dirtelo solo ora.Abbiamo una spesa in sospeso da andare a fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento