Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Cassino

Indagine depuratore Cosilam, il riesame revoca i domiciliari all'ex presidente della A&A che torna libero

Riccardo Bianchi, difeso dagli avvocati Sandro Salera, Paolo Marandola e Domenico Marzi, era stato arrestato nell'ambito dell'indagine 'Acquanera' portata avanti dalla Procura di Cassino e dai Carabinieri Forestali del Nipaaf di Frosinone. Niente domiciliari anche per Orasi e Rota

Sono stati rimessi in libertà dal tribunale per il Riesame di Roma. Riccardo Bianchi, l'ex presidente della AeA, la società per azioni che si occupa della gestione del depuratore Cosilam e il funzionario Roberto Orasi che si sono visti revocare la misura cautelare ai domiciliari emessa dal Gip del tribunale di Cassino su richiesta della Procura della Repubblica. La misura cautelare è stata sostituita da una misura interdittiva. Bianchi e Orasi, difesi dagli avvocati Sandro Salera, Paolo Marandola e Domenico Marzi, erano stati arrestati nell'ambito dell'indagine 'acqua nera' che ha visto impegnati i militari del Nipaaf dei carabinieri forestali del gruppo di Frosinone diretti dal tenente colonnello Vitoantonio Masi.

L'inchiesta, che è alle battute iniziali, è scattata a seguito dei tanti esposti presentati dai comitati civici e dai residenti nella zona industriale di Cassino, viene coordinata dal sostituto procuratore Emanuele De Franco. Nel provvedimento restrittivo anche altri tre dipendenti della A&A. Anche nei loro confronti sono state revocate le misure visto che sono venute meno le esigenze cautelari come nel caso di Amedeo Rota anch'esso ai domiciliari. L'impianto accusatorio, però non è crollato ma è rimasto ben saldo nella sua gravità.

"Il Tribunale per il Riesame non ha fatto altro che accogliere le richieste che noi come difesa - spiegano gli avvocati - avevano avanzato al gip del tribunale di Cassino in sede di interrogatorio e che ci erano state negate. Avevamo chiesto la revoca della misura cautelare personale e l'emissione di un provvedimento interdittivo. Non possiamo che essere soddisfatti della decisione che restituisce ai nostri clienti la libertà". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine depuratore Cosilam, il riesame revoca i domiciliari all'ex presidente della A&A che torna libero

FrosinoneToday è in caricamento