Jonathan Galindo, la Polizia Postale indaga dopo la denuncia di un padre

L'uomo, residente a Frosinone, in un servizio trasmesso da Le Iene, ha raccontato di quanto capitato a suo figlio di sette anni

La Polizia Postale ha aperto un'indagine dopo il racconto-denuncia di un uomo di Frosinone ospite de Le Iene. Ad indagare sul presunto 'attacco web' del famigerato Jonathan Galindo nei confronti di un bimbo di sette anni è la questura di Roma, città dove il piccolo vive con la madre. Gli esperti della Polizia di Stato che si stanno occupando di questo fenomeno di bullismo virtuale, nei giorni scorsi, hanno esaminato il profilo Tik Tok gestito dalla madre del piccolo e quello dello stesso bambino. Sulla vicenda per il momento c'è il massimo riserbo. 

La denuncia

Dopo aver sentito del suicidio del bambino di 11 anni residente a Napoli (che si è lanciato dal balcone dopo essere stato istigato 'da un uomo nero' ha scritto in un biglietto lasciato alla madre), l'uomo, che è separato dall'ex moglie, ha contattato il programma televisivo per cercare aiuto. “Vorrei gridare tutta la mia indignazione in quanto, nel mese di agosto, mio figlio aveva pubblicato un video inerente proprio al personaggio di Galindo, spiegando espressamente che l’ultima sfida da fare era quella di suicidarsi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento