Cronaca

Si prostituiscono davanti ai bambini: il grido d’aiuto dei residenti dello Scalo

Dopo giorni di apparente tregua la situazione ai giardinetti della Sacra Famiglia torna ad essere complicata. Adesso i cittadini fanno i conti anche con il fenomeno della prostituzione: alcune ragazze arrivano ogni giorno da Roma per adescare persone anziane

La situazione ai giardinetti della Sacra Famiglia, dopo giorni di apparente tregua, è tornata ad essere complicata. Oltre a stranieri intenti a spacciare, i giardinetti vicino alla Stazione di Frosinone ora sono diventati teatro anche di fenomeni di prostituzione. La denuncia ed il grido d’aiuto arriva direttamente da Dheni Paris, da sempre portavoce dei residenti del quartiere Scalo.

“Noi residenti dello Scalo cerchiamo di mantenere il più possibile sott’occhio la zona. Sono due/tre anni che il quartiere è invaso da extracomunitari che commettono reati. La maggior parte di cittadini e commercianti – racconta Dheni – ha paura di denunciare il tutto per paura di ripercussioni.

Con le nostre battaglie abbiamo ottenuto maggior controllo da parte delle Forze dell’Ordine e devo dire che ci sono stati giorni di apparente tregua, senza atti criminosi e senza più risse che ormai erano diventate all’ordine del giorno. Come abbiamo 'lasciato la presa', però, queste persone si sono di nuovo 'appropriate' dei giardinetti”.

Ai giardinetti anche il fenomeno della prostituzione: alcune ragazze arrivano ogni giorno da Roma per adescare persone anziane

“Adesso – afferma Dheni -  la cosa si sta allargando anche al fenomeno della prostituzione. Stanno venendo ogni giorno ragazze straniere da Roma che si piazzano ai giardinetti dello Scalo per adescare persone anziane, tutto questo davanti ai bambini. Se queste cose le fanno sulla strada a noi interessa poco, ma non mi sembra bello che i bambini debbano vedere questo spettacolo nel 'proprio parco giochi'. Chiediamo che il Sindaco si adoperi e che invii almeno un paio di volte al giorno i Vigili Urbani per controllare la zona, cosa che, in un incontro avvenuto tempo fa con noi residenti dello Scalo, ci aveva anche promesso. Inoltre auspichiamo che le Forze dell’Ordine tornino a vigilare quotidianamente la zona. Il parco è dei bambini e noi vogliamo che la zona torni ad essere un’area tranquilla dove poter passare ore serene e di divertimento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si prostituiscono davanti ai bambini: il grido d’aiuto dei residenti dello Scalo

FrosinoneToday è in caricamento