Cultura

Annunciati i documentari finalisti del Doc/it Professional Award

Sono  5 film finalisti del Doc/it Professional Award votati da un'Academy di oltre 150 professionisti del documentario italiano: Dal Profondo di Valentina Pedicini. Sacro Gra di Gianfranco Rosi. Smokings di Michele Fornasero. The stone...

Sono 5 film finalisti del Doc/it Professional Award votati da un'Academy di oltre 150 professionisti del documentario italiano:

Dal Profondo di Valentina Pedicini.

Sacro Gra di Gianfranco Rosi.

Smokings di Michele Fornasero.

The stone river di Giovanni Donfrancesco.

Stop the Pounding Heart di Roberto Minervini.

Scelti tra gli 84 i film che sono stati iscritti al Doc/it Professional Award 2014 e che hanno passato il vaglio di un comitato di preselezione composto dai maggiori esperti di documentario in Italia. I 21 film selezionati sono stati visionati e votati da una Academy di oltre centocinquanta professionisti che ha portato alla selezione dei migliori 5 che saranno proiettati in sala, all'interno della manifestazione Il Mese Del Documentario che si terrà il prossimo Aprile presso la Casa del Cinema di Villa Borghese a Roma.

I film concorrono, fra gli altri, al Premio Doc/it Professional Award e il Premio del Pubblico (1000 euro offerti da 100autori).

La votazione del Doc/it Professional Award è stata resa possibile grazie alla Digital Library di Italiandoc, che ha offerto la possibilità ai membri dell'Academy di visionare i film in streaming web protetto ad alta qualità. La digital library fa parte del progetto "Casa del Documentario" il più grande archivio italiano dedicato al cinema del reale che ha sede a presso la Fondazione Cineteca di Bologna.

Ed ecco le sinossi dei film finalisti:

Dal Profondo (Italia, 2013) di Valentina Pedicini.

Una lunga notte senza fine, senza stagioni, senza tempo. Un lavoro secolare che é sia orgoglio che maledizione. Km di gallerie. Buio. Uomini neri. Una donna. Patrizia, unica minatrice in Italia dialoga con un padre morto, un ricordo mai sepolto. 150 minatori, gli ultimi, pronti a dare guerra al mondo "di sopra" per scongiurare una chiusura ormai imminente.

Sacro Gra (Italia/Francia, 2013) di Gianfranco Rosi.

Dopo l'India dei barcaioli, il deserto americano dei dropout, il Messico dei killer del narcotraffico, Gianfranco Rosi ha deciso di raccontare il suo Paese girando e perdendosi per tre anni con un mini-van sul Grande Raccordo Anulare di Roma per scoprire i mondi invisibili e i futuri possibili che questo luogo magico cela oltre il muro del suo continuo frastuono.

Smokings (Italia, 2014) di Michele Fornasero

I fratelli Messina sono i proprietari di Yesmoke, una piccola fabbrica di sigarette con sede a Settimo Torinese, in Piemonte.In uno stile da gangster movie, il documentario racconta una battaglia sul libero mercato attraverso gli occhi di due insiders della vendita di sigarette, mentre in tutto il mondo si cerca di promuovere una nuova era di "no-smoking".

The stone river (Italia/Francia 2013) di Giovanni Donfrancesco.

Un anziano scultore vaga nel cimitero di Hope, interrogando le tombe dei lavoratori della pietra che a cavallo tra Ottocento e Novecento partendo da Carrara e da mezza Europa giunsero a Barre, nel Vermont, dove si aprivano le piu' grandi cave di granito del mondo. Un viaggio metafisico nel presente della provincia americana, in cui i vivi prestano voce e corpo ai fantasmi dei loro avi.

Stop the Pounding Heart (Italia/Belgio/USA 2013) di Roberto Minervini.

Sara ha pochi anni e tanti fratelli, vive in una fattoria del Texas insieme ai genitori, allevatori di capre che educano tutti i figli secondo i rigidi precetti della bibbia. L'incontro con Colby, allevatore di tori e cowboy da rodeo, turba la quotidianità di Sara precipitandola in una crisi profonda. Un'esplorazione dell'adolescenza, della famiglia e dei valori sociali, dei ruoli di genere e della difficile convivenza fra giovinezza e religione.

Alice Vivona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annunciati i documentari finalisti del Doc/it Professional Award

FrosinoneToday è in caricamento