menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cassino, Falese Festa, festa di chiusura con la visita a sorpresa di Dom Luigi Di Bussolo

Per l’occasione non è stata prevista nessuna cerimonia in ossequio alle vigenti disposizioni di legge ma solamente un ‘cin cin’ informale, alla presenza del Presidente del Consiglio Comunale Barbara di Rollo

Falese Festa ha centrato il suo obiettivo: coniugare una manifestazione che promuovesse il suo angolo di Città presentando in esclusiva a Cassino la Birra Montecassino, con il bisogno di non determinare inopportuni assembramenti. “Siamo decisamente soddisfatti di come sia andato questo weekend di via Falese – si asserisce dall’organizzazione tenendo conto del periodo che stiamo attraversando si può dire di aver fatto il massimo tenendo conto delle variabili in gioco. Soprattutto era importante non causare aggregazioni di persone e possiamo dire che il metodo della prenotazione obbligatoria, del servizio sicurezza e delle campagne di sensibilizzazione social abbiano funzionato piuttosto bene nel nostro intento principale, ovvero quello di coniugare un’offerta enogastronomica molto importante al rispetto delle indicazioni dell’ultimo Dpcm”.

A proposito di aspetto enogastronomico, Birra Montecassino ha avuto il suo giusto successo. “Non poteva essere che Cassino il primo palcoscenico ufficiale della birra che porta in giro per l’Italia e oltre il nome della Città, e siamo assolutamente orgogliosi che sia stata scelta via Falese – prosegue l’organizzazione – siamo sicuri che sia solo il primo dei tanti eventi che abbiamo in agenda e vorremmo trasformare in realtà quanto prima. Con l’abbraccio di Cassino e Birra Montecassino inizia una nuova storia che ci piacerebbe possa essere raccontata da tutta la Città, la quale ci auguriamo possa diventare sempre più viva ed effervescente. Noi ci metteremo del nostro, sempre osservando scrupolosamente le regole”.

L'inaspettata sorpresa

Inaspettata quanto gradita sorpresa al Falese Festa: nella serata di ieri dom Luigi Maria Di Bussolo, in rappresentanza dell’abbazia di Montecassino, ha brindato con un ottimo boccale di Birra Montecassino accompagnando l’imprenditore Daniele Miri, fautore del progetto, nella "presentazione" della birra al di fuori dei confini dell'Abbazia.

Un’occasione altamente significativa proprio perché si tratta della prima volta in cui Dom Luigi accompagna la Birra Montecassino in un evento in città. Per l’occasione non è stata prevista nessuna cerimonia, nessun grand’evento in ossequio alle vigenti disposizioni di legge ma solamente un ‘cin cin’ informale, alla presenza del Presidente del Consiglio Comunale Barbara di Rollo. Un'occasione tutt’altro che banale poiché testimonia lo stretto legame tra l'abbazia benedettina e la città in un progetto legato al marchio di birra cassinate, un binomio che si salda e si rinsalda tra monastero, il prodotto e la sua territorialità. Dom Luigi ha visitato i locali di via Falese ed ha potuto osservare come un piccolo progetto di isola pedonale nato dalla collaborazione delle attività possa diventare un esempio di proattività e progettualità, per il bene collettivo della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento