Collepardo, scoperti resti fossili dell' Agriotherium, l'orso 'dal muso corto'

Trovate in Ciociaria le prime tracce della vita dell'enorme carnivoro vissuto nel Pliocene ed estinto circa 2,6 milioni di anni fa

Nei pressi di Collepardo è stata fatta una grande scoperta per la scienza e per il territorio ciociaro: sono state trovate infatti tracce fossili, le prime in Italia, di Agriotherium, un orso enorme, così detto "orso dal muso corto", vissuto nel Pliocene che si estinse circa 2,6 milioni di anni fa, durante la transizione Plio-Pleistocene.  La notizia è stata pubblicata nell'ultimo numero di settembre della famosa rivista scientifica National Geographic.

Gli autori della scoperta sono un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Scienze della Terra e del Polo museale della Sapienza Università di Roma,  in collaborazione con l’Istituto di Geologia ambientale e Geoingegneria del CNR e l’Istituto Italiano di Paleontologia Umana. Il fossile scoperto è un frammento di mandibola inglobato in un blocco di travertino estratto dalla pietra digitalmente -tramite TAC- per evitare che potesse deteriorarsi ulteriormente.

L'orso si è probabilmente estinto a causa di particolari sconvolgimenti climatici e mutamenti ambientali sulla terra a cui non è riuscito ad adattarsi. Era onnivoro e si cibava anche di carcasse o grandi prede, lungo oltre 2,5 metri e pesante circa 900 chili a conferma del fatto che fosse uno dei carnivori più grandi vissuti nel nostro continente. Il reperto è oggi conservato nel laboratorio PaleoFactory del Dipartimento di Scienze della Terra della Sapienza.

Grande la soddisfazione nel mondo della paleontologia per la scoperta, dello staff che ha contribuito al prezioso ritrovamento che ha consentito anche di attribuire un’età di oltre 3 milioni di anni ai fossili di Collepardo e quindi alle rocce che  contenevano il prezioso fossile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento