Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cultura Cassino

Dante 700, il sindaco di Cassino a Ravenna per omaggiare il Sommo Poeta

A questo invito, non poteva certamente rimanere insensibile la città il cui territorio è citato da Dante nel canto XXII del Paradiso: “Quel monte a cui Cassino è nella costa/fu frequentato già in sulla cima/dalla gente ingannata e mal disposta/…”.

Dopo aver partecipato in mattinata alla inaugurazione della mostra “Montecassino e Dante”, dove sarà esposto in anteprima mondiale, da oggi sino al 31 Dicembre, negli spazi del Museo Abbaziale il codice 512 della Divina Commedia risalente al XIV secolo, con al margine le note di Pietro Alighieri, uno dei figli di Dante, il sindaco, Enzo Salera, nel pomeriggio di ieri è partito alla volta di Ravenna. Ad accompagnarlo, il vice commissario aggiunto della Polizia Locale, dott. Domenico Giordano.

Il gonfalone della città di Cassino, decorata di medaglia d’oro al valor militare, sarà quindi presente assieme a quello di altri Comuni italiani, nella città romagnola per la celebrazione del VII centenario della morte del Sommo Poeta (il 12 Settembre, appunto).

Enzo Salera è stato infatti invitato dal sindaco di Ravenna Michele De Pascale, insieme ai colleghi delle città italiane che custodiscono la memoria di Dante.

A questo invito, non poteva certamente rimanere insensibile la città il cui territorio è citato da Dante nel canto XXII del Paradiso: “Quel monte a cui Cassino è nella costa/fu frequentato già in sulla cima/dalla gente ingannata e mal disposta/…”.

Il sommo poeta ascolta San Benedetto che racconta del monte di Cassino, frequentato nell’antichità da genti pagane e grazie a lui apertosi alla dottrina di Cristo, seppellendo il paganesimo.

A Ravenna, domani, ad officiare la “Messa di Dante” sarà il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. Lo stesso teologo, biblista, raffinato lettore dantesco, sarà protagonista della Lectio.

La cerimonia religiosa si concluderà con la benedizione dell’olio per la lampada votiva alla tomba di Dante, donato dal Comune di Firenze.

“Sono orgoglioso di poter rappresentare Cassino, e di essere insieme ai colleghi primi cittadini di altre comunità dell’Italia, in un’occasione così importante, di alto profilo nazionale e internazionale, qual è il VII centenario della morte del Sommo Poeta - ha ricordato Enzo Salera -. La considerazione avuta per la nostra città dal sindaco Michele de Pascale è cosa di cui andar fieri. Non potevamo certo mancare con il nostro gonfalone a Ravenna in questo giorno così particolare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dante 700, il sindaco di Cassino a Ravenna per omaggiare il Sommo Poeta

FrosinoneToday è in caricamento