Si è concluso il pellegrinaggio da Frosinone al Santuario della S.S. Trinità per la "Compagnia dell'impegno"

Un ringraziamento ai comuni incontrati lungo il cammino. Gli organizzatori confermano "Accolti come fratelli"

Tre giorni di marcia. Faticosi, sotto il sole cocente. Una fatica che però, alla vista del santuario, si trasforma, diventa entusiasmo e ricarica le gambe di nuova energia. Si è concluso il pellegrinaggio della Compagnia L’Impegno che da Frosinone, per il quarto anno consecutivo, ha spinto i partecipanti, un centinaio, a ripercorrere il cammino che i loro nonni facevano nel dopoguerra fino al santuario di Vallepietra per onorare la Santissima Trinità.

Le tappe

Quest’anno, per la prima volta, alcuni pellegrini hanno affrontato l’ultimo tratto di strada – il tratturo di breccia e pietrisco che si inerpica lungo la montagna del santuario – a piedi scalzi. Il lungo cammino, spalmato in tre giorni, è partito dal piazzale della cattedrale di Frosinone dove i pellegrini hanno assistito alla messa e alla benedizione dello stendardo. Il primo giorno Alatri e tappa a Guarcino. Il secondo Arco di Trevi, La Portella, San Teodoro, sosta nei giardinetti di Trevi nel Lazio dove ad accoglierli c’erano il sindaco e gli assessori comunali e, in serata, l’arrivo a Vallepietra. La mattina seguente l’ultimo pezzo di strada, fino ad arrivare al santuario. Un tratto ripido, ma ombreggiato, certo impegnativo, ma reso meno ostico dalla frescura e dalla bellezza del bosco.

Il commento degli organizzatori

“Anche questa volta la Compagnia – commentano i dirigenti del sodalizio L’Impegno – si è arricchita di amici da Ceprano, Sperlonga, Latina, Roma, Pontinia. Un bel gruppo composto da uno zoccolo duro e da tanti nuovi compagni di viaggio che si aggiungono ad ogni edizione del pellegrinaggio per ragioni spirituali, di fede, ma anche per riscoprire la bellezza di paesaggi, di luoghi storici e di una natura incontaminata e maestosa che non teme confronti. Tre giorni vissuti tra fatica, sudore, sole, affanni e contrattempi vari, ma anche tra momenti di convivialità, di condivisione, di profumi e sapori, come quelli dei pasti a base di prodotti tipici della Ciociaria che il gruppo ha consumato la sera, a cena, tutti insieme, come si faceva un tempo nelle famiglie numerose. Siamo soddisfatti, tutto ha funzionato al meglio – concludono gli organizzatori – anche grazie alla collaborazione dei sindaci e degli amministratori dei comuni che abbiamo attraversato lungo il tragitto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento