Piglio, venerdì 13 la suggestiva processione notturna della Madonna delle Rose

Questa sera Venerdì alle ore 21,30, tempo permettendo, dopo la concelebrazione della Santa Messa presieduta da Sua Ecc. Mons. Lorenzo Loppa, inizierà la processione notturna con la statua della Madonna  dal Santuario  alla Collegiata Santa Maria...

Interno del Santuario della Madonna delle Rose

Questa sera Venerdì alle ore 21,30, tempo permettendo, dopo la concelebrazione della Santa Messa presieduta da Sua Ecc. Mons. Lorenzo Loppa, inizierà la processione notturna con la statua della Madonna dal Santuario alla Collegiata Santa Maria Assunta sulle note della Banda Benedetto da Piglio diretta dal maestro Lupi.

Quest’anno i devoti pigliesi avranno modo di cogliere una triplice opportunità che per la Confraternita ha un significato storico per:

- il restauro conservativo, del cupolino e il rifacimento della pavimentazione del piazzale del Santuario della Madonna delle Rose, sotto la Direzione dell’Arch. Paolo Di Paola e con l’alta sorveglianza delle Soprintendenze ai beni Architettonici, Monumentali e ai beni Artistici del Lazio, lavori questi finanziati con i fondi erogati ai sensi della Legge 27/90 –interventi per il recupero degli edifici di culto- previsti dall’art. 6 della LR 17/2009, successivamente recepiti dalla DGR 566/2009.

- la messa a dimora di n° 52 piantine ornamentali nel giardino del Santuario della Madonna delle Rose su iniziativa congiunta del Comune di Piglio e della Confraternita Madonna delle Rose per l’affidamento dei 49 bambini nati a Piglio nell’anno 2014 alla Madonna delle Rose patrona di Piglio di cui: n° 20 piantine sempre verdi per i maschietti; n° 29 piantine con fiore per le bambine e n° 3 piantine per i centenari viventi al 21 Novembre 2015.

La fornitura in opera di n° 4 lampioni per il potenziamento dell’illuminazione del piazzale antistante il santuario.a cura della Civica Amministrazione.

L’apparizione della Madre di Dio, piangente ha avuto luogo il 30 Ottobre 1656, anno della peste di manzoniana memoria, 360 anni or sono, in una cappellina fuori le mura di Piglio, dove successivamente è sorto il Santuario mariano come ringraziamento per la “salvezza del popolo pigliese”. Il popolo, per gratitudine dell’ottenuto beneficio, proclamò la Madonna delle Rose compatrona di Piglio.

Giorgio Alessandro Pacetti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento