Roccasecca, festival Gazzelloni partenza col botto

Non ha tradito le attese il “Gran Galà della Musica”, lo spettacolo con il quale si è aperto il XXI° Festival Internazionale “Severino Gazzelloni” a Roccasecca. Un concerto di grande fascino che ha entusiasmato il tantissimo pubblico che ha...

gazzelloni2

Non ha tradito le attese il “Gran Galà della Musica”, lo spettacolo con il quale si è aperto il XXI° Festival Internazionale “Severino Gazzelloni” a Roccasecca. Un concerto di grande fascino che ha entusiasmato il tantissimo pubblico che ha affollato via Roma.

Seduti nelle prime file, il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio, S.E. il Vescovo Gerardo Antonazzo, il Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, il Presidente della Provincia Antonio Pompeo, il Presidente della Banca popolare del Cassinate Donato Formisano, il consigliere regionale Marino Fardelli. In più, numerosissimi amministratori locali e autorità civili e militari.

E poi spazio alla musica, al talento, alla qualità, mischiando e facendo intersecare vari stili, generi, timbri musicali e di voce. Un mix di arte, nel pieno stile eclettico del maestro Gazzelloni, che della contaminazione è stato uno dei più grossi interpreti.

Tutti bravissimi gli artisti: l’eccezionale Orchestra sinfonica diretta dal maestro Manlio Polletta; la voce del mezzosoprano Carla Centi; il clarinetto di Marcello Bruni; il flauto del maestro Salvatore Lombardi.

E poi tre chicche: l’esibizione magica al sax del maestro Valerio Minicillo, talento di Roccasecca che ha duettato, in sottofondo, con le musiche di Gazzelloni, attraverso un brano tratto da una trasmissione Rai del 1977. Ad accompagnarlo il pianoforte di Lorenzo Valente. Una performance che ha fatto alzare in piedi gli spettatori ad applaudirlo calorosamente. In più, il duetto in romanesco, in particolare sulle note di “Roma nun fa la stupida stasera”, di Maurizio Mattioli e Tania Di Giorgio, quest’ultima consulente artistica della rassegna che per un attimo ha smesso i panni di organizzatrice per indossare quelli più abituali di artista. Infine, il basso Donato Di Stefano, ospite d’eccezione della serata. Il Maestro ha ricevuto il Premio Gazzelloni per i 25 anni di carriera e ha regalato al pubblico una magistrale interpretazione della “Calunnia è un venticello”, dal Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini.

A presentare la serata, Errico Buonanno, autore televisivo e conduttore radiofonico.

E stasera si replica, nella Chiesa di S. Margherita a Roccasecca centro, con il concerto della Giuria del Concorso Internazionale Gazzelloni e l’esibizione di sei fuoriclasse del flauto, quanto di meglio c’è nel panorama mondiale: Jean-Claude Gerard, Davide Formisano, Jean Luois Beaumadier, Philipp Jundt, Jean-Michel Tanguy e Salvatore Lombardi. Sono questi i giurati che selezioneranno i vincitori del Concorso Gazzelloni tra gli oltre cento partecipanti, di 23 nazioni del mondo e presenti a Roccasecca per l’importante manifestazione.

DICHIARAZIONI

Giovanni Giorgio – sindaco di Roccasecca “Emozionante apertura del XXI Festival Internazionale "Severino Gazzelloni. Ancora una volta sul palco della rassegna dedicata al Flauto d'oro abbiamo potuto ammirare il talento. Tutti gli artisti che si sono esibiti ci hanno emozionato e affascinato. Un sentito ringraziamento a tutti loro, alle autorità civili, religiose e militari intervenute”

Giuseppe Marsella – assessore delegato:“Memorabile l’interpretazione che Donato Di Stefano ha voluto regalare a Roccasecca. Così come eccezionale Maurizio Mattioli e Tania Di Giorgio; Valerio Minicillo al sax; l’Orchestra diretta dal Maestro Polletta. E tutti gli artisti. Complimenti e grazie, anche a tutta la struttura che lavora per organizzare la rassegna”

Antonio Pompeo – Presidente della Provincia: “Complimenti all’amministrazione comunale di Roccasecca. Il Festival Gazzelloni, oltre a rendere omaggio ad un genio dell’arte del territorio, serve a promuovere e valorizzare il talento che nasce e cresce nella nostra terra. Su questo settore occorre investire per rilanciare la nostra provincia”

Salvatore Lombardi – direttore artistico del Festival: “Bellissima serata inaugurale. Ora il Festival continua con altri appuntamenti di rilievo e, parallelamente, parte il Concorso flautistico, attraverso il quale puntiamo a valorizzare nuovi talenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Neve in Ciociaria, a Frosinone ed altri comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento