rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Politica

Regione, Buschini: al coordinamento provinciale degli assistenti sociali: collaboriamo sulla 328 e sul prossimo atto aziendale

Stiamo lavorando ad un nuovo modello di assistenza. Partendo dalla necessità di fare rete, occorre dare forza alle innovazioni che stiamo portando nel Lazio. Noi partiamo da un livello di assistenza che è sempre stata quasi esclusivamente quella...

Stiamo lavorando ad un nuovo modello di assistenza. Partendo dalla necessità di fare rete, occorre dare forza alle innovazioni che stiamo portando nel Lazio. Noi partiamo da un livello di assistenza che è sempre stata quasi esclusivamente quella degli ospedali:

noi oggi guardiamo all'integrazione sociosanitaria come uno dei punti cruciali della riorganizzazione con un nuovo ruolo per chi svolge la professione di assistente sociale. Le case della salute saranno fondamentali in questo senso: dentro quelle strutture le professioni sanitarie in genere, ma soprattutto quelle rivolte all'assistenza delle persone, avranno un ruolo importante".

Queste le parole del consigliere regionale Mauro Buschini durante l'incontro organizzato dal coordinamento degli assistenti sociali della Provincia di Frosinone intitolato "Precariato e scarso riconoscimento dell'assistente sociale nella professione: prospettive e incidenza sulla qualità degli interventi".

"Abbiamo la necessità - ha continuato Buschini - di uscire dal commissariamento perché è un limite per l'organizzazione delle risorse. Partiamo dai dieci miliardi di euro di debito globale e dai 900 milioni di euro sulla sanità che abbiamo ereditato. Stiamo tagliando gli sprechi senza effettuare i famosi tagli lineari così da preservare i servizi ai nostri cittadini. Di certo la prossima uscita dal commissariamento e la possibilità riorganizzare le risorse ci aiuterà a rivoluzionare la sanità della nostra regione".

Buschini si è poi soffermato sulla riforma della 328 e sul nuovo atto aziendale: "Credo che in un'ottica di collaborazione nuova che vogliamo instaurare con i distretti, possiamo lavorare assieme nella riforma della 328 così da inserire dentro la stessa riforma alcune grandi questioni che possano dare certezza al vostro lavoro e all'assistenza in generale. Altro punto è relativo all'atto aziendale che si sta preparando: deve essere l'occasione affinché si trovino risposte per un nuovo modello di integrazione. 328 e atto aziendale: l'appello è quello di fare un lavoro insieme nella certezza che è da qui che si risponde sia alle vostre esigenze lavorative e soprattutto a quelle dei nostri cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Buschini: al coordinamento provinciale degli assistenti sociali: collaboriamo sulla 328 e sul prossimo atto aziendale

FrosinoneToday è in caricamento