menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consigliere di opposizione Tarcisio Tarquini, esponente di "Alatri in Comune"

Il consigliere di opposizione Tarcisio Tarquini, esponente di "Alatri in Comune"

Alatri, parte il preavviso di licenziamento dei netturbini. Tarquini: “Adesso cosa succederà?”

L'esponente di opposizione ha presentato un’interrogazione urgente al sindaco del comune ciociaro Morini e vuole che venga discussa nell’ormai prossimo Consiglio

Il consigliere di minoranza Tarcisio Tarquini, esponente di “Alatri in Comune”, ha presentato un’interrogazione urgente al sindaco Giuseppe Morini riguardo all’invio delle lettere di preavviso di licenziamento dei dipendenti del gestore del servizio di raccolta dei rifiuti. E, visto che il prossimo Consiglio comunale è previsto per martedì 20 o mercoledì 21 ottobre, vuole che venga discussa nell’occasione.  

Rispetto allo stesso licenziamento dei netturbini, a partire dal prossimo primo novembre, si fa presente, all’attenzione della cittadinanza, che “l’azienda lamenta che il Comune non abbia provveduto a prolungare ulteriormente la concessione del servizio di Rsu che, come sapete, nasce dalla bocciatura in Consiglio di Stato del bando di gara che avrebbe dovuto assicurare un nuovo gestore, che sarebbe potuto essere lo stesso di oggi ma a condizioni diverse, per un servizio essenziale da assicurare senza soluzione di continuità”. 

Inoltre, sembrerebbe che la ditta non abbia proceduto alla sostituzione di cinque dipendenti andati recentemente in pensione, “sempre appellandosi - dice a riguardo Tarquini - alla possibile mancata conferma della proroga”.  Stando a quanto riportato, però, “il Comune avrebbe continuato a pagare l'importo dovuto all'azienda senza decurtarlo per la diminuzione dell'organico, che è invece uno dei parametri sulla base dei quali il servizio viene pagato dal Comune e dai cittadini, con la tariffa”. Ecco perché, secondo l’interrogante, va fatta immediatamente chiarezza per comprendere “cosa l’ente intenda fare per evitare l’interruzione del servizio garantendo nel contempo il mantenimento dell’occupazione dei dipendenti”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento