rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Politica

Elezioni regionali, conto alla rovescia per la data del voto: si avvicina il decreto

Leodori annuncia: "A lavoro per chiudere in pochi giorni"

Finora era solo una data ipotetica, calcolata in base alla data di dimissioni di Nicola Zingaretti. Adesso, dopo le dichiarazioni del presidente vicario della Regione, Daniele Leodori, si può considerare (quasi) ufficiale: i cittadini del Lazio voteranno domenica 12 e lunedì 13 febbraio. 

Lazio al voto il 12 e 13 febbraio, decisione ufficiale entro pochi giorni

"L'ipotesi su cui si sta lavorando è questa - spiega alla Dire a margine di un evento a Parco Marconi - firmerà il decreto dopo aver contattato prefetture e ministero dell'Interno per concludere tutte le procedure necessarie". Se non ci saranno intoppi di alcun genere, l'obiettivo è arrivare alla firma prima di venerdì 25 novembre.  Il voto, dunque, sarà distribuito su due giornate: tutta domenica 12 e la mattina di lunedì 13 febbraio, una settimana prima delle primarie Pd che decideranno il nuovo segretario.

Il ruolo di D'Amato e la coalizione da allargare

La fase congressuale dei dem inizierà a fine novembre, sul tavolo ci sono le candidatura di Stefano Bonaccini ed Elly Schlein, rispettivamente governatore e vicegovernatore dell'Emilia Romagna. Nel frattempo tra Roma e dintorni si cerca di allargare il più possibile la coalizione che proverà a rendere meno facile la vita al centrodestra alle prossime elezioni nel Lazio. Il compito è stato affidato ad Alessio D'Amato, candidato unico scelto dal Nazareno e ratificato dalla direzione regionale, sostenuto anche da Renzi e Calenda. "Il Pd sta cercando di costruire una coalizione la più ampia possibile - conferma sempre Leodori - e mi sembra un obiettivo strategico importantissimo da perseguire nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. Questo per provare a confermare il più possibile la coalizione che sta governando la Regione Lazio".

Le perplessità della sinistra extra-Pd

Certo è che la sinistra extra-Pd ad oggi non guarda di buon occhio l'alleanza tra Letta e il Terzo Polo: l'area degli smerigliani è tra le più perplesse, tanto da non escludere - secondo quanto risulta a RomaToday - la possibilità di trovare un proprio candidato da presentare al di fuori delle primarie. Primarie su cui "deciderà la coalizione in base alle forze politiche che siederanno al tavolo - continua Leodori -. Più che dalle forme e dai nomi io partirei dal perimetro della coalizione. Il perimetro della coalizione deciderà come meglio individuare ed eventualmente confermare questa proposta". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, conto alla rovescia per la data del voto: si avvicina il decreto

FrosinoneToday è in caricamento