Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Pontecorvo, una donna del territorio alla Camera o alla Regione alle prossime elezioni

L'annuncio è stato fatto dal consigliere regionale Mario Abbruzzese durante un incontro che si è tenuto nei giorni scorsi

"Grazie al lavoro svolto dal sindaco Anselmo Rotondo, Pontecorvo esprimerà un candidato alle prossime elezioni. Non sarà il sindaco ad essere candidato perché dovrà governare bene, come sta facendo, la città ancora per molto.  Sarà una candidata alle regionali o alla Camera dei deputati, il nome sarà reso noto il 20 dicembre prossimo". L'annuncio è arrivato nel corso del convegno,  organizzato oggi alla Tenuta Esdra di Pontecorvo, dal titolo Ripartiamo dai Territori. A pronunciare le parole è stato il consigliere regionale Mario Abbruzzese

I presenti all'incontro

Presenti al convegno il coordinatore cittadino di Forza Italia Moira Rotondo, il vice coordinatore Armando Santini, il coordinatore provinciale Pasquale Ciacciarelli, il presidente di camera di commercio Marcello Pigliacelli, il presidente di confimprese Guido D'Amico, il presidente del Consorzio del Peperone Dop Luigi Castrechini e il presidente della comunità montana di Arce Gianluca Quadrini. Ma anche i membri della maggioranza consiliare Nadia Belli, Gianluca Narducci, Fernando Carnevale, Gabriele Tanzi e Guido Natoni. Presente una folta delegazione di lavoratori Ideal Standard.

Le parole del sindaco Anselmo Rotondo:

"Un grazie alla Tenuta Esdra per averci ospitato, ripartire dai territori, oggi, vuol dire immolarsi nel dramma dei licenziamenti Ideal Standard. Siamo parte attiva in questa battaglia, questa settimana sarò al Ministero con i sindacati e i lavoratori. L'amministrazione comunale sta studiando, gia da una settimana, forme d'incentivi alle famiglie colpite dalla crisi occupazionale. Essere vicino al Territorio vuol dire attivare politiche di promozione com'e stato fatto per il peperone Dop, per questo ringrazio l'assessore all'agricoltura Nadia Belli e il presidente Castrechini, che ha ricevuto un importante riconoscimento ritirato al Senato. Ripartire dal territorio vuol dire, infine, invertire la rotta, come stiamo facendo, dare lustro e legalità nell'amministrazione comunale. La candidatura attribuita dal partito alla Città di Pontecorvo ci inorgoglisce anche perché è stato un riconoscimento non richiesto per la coerenza, altri, invece, stanno facendo il giro delle sette chiese perché della politica ne hanno fatto una professione. Noi la professione l'abbiamo e ci rende soddisfatti ogni giorno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontecorvo, una donna del territorio alla Camera o alla Regione alle prossime elezioni

FrosinoneToday è in caricamento