rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Politica

La Regione Lazio investe 4 milioni di euro per la tutela dei beni confiscati alla mafia

Finanziamento biennale che verrà erogato ai comuni e ai municipi, in base alla densità di popolazione e all'indice di delittuosità

Arrivano quattro milioni di euro in due anni per la tutela e la valorizzazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata. La Regione Lazio ha appena approvato una delibera di giunta, proposta dall'assessora alla sicurezza Luisa Regimenti, con la quale vengono stanziati fondi - spalmati sul 2024 e 2025 - per la tutela degli immobili confiscati. 

La Regione Lazio stanzia fondi per i beni confiscati

Per la precisione si tratta di 4,3 milioni di euro, divisi su due anni, per interventi volti alla promozione della sicurezza integrata e al recupero dei beni confiscati alla criminalità organizzata. La Regione pubblicherà un avviso pubblico, denominato "Sicurezza in Comune", rivolto ai comuni, a Roma Capitale e ai municipi per l’installazione e il potenziamento di impianti di videosorveglianza e per interventi per la riqualificazione delle aree degradate, connotate da una particolare incidenza di fenomeni criminali e ritenute critiche per la sicurezza, la vivibilità e la coesione sociale. Delle risorse a disposizione, il 60% sarà destinato alle province del Lazio, mentre il 40% verrà ripartito in base ad alcuni criteri specifici: l'incidenza percentuale della superficie territoriale, il numero di comuni compresi nella provincia e l'indice di delittuosità. 

Beni confiscati, 2688 immobili in attesa di essere destinati. Libera: "La politica rallenta la lotta alle mafie"

Per Roma e i municipi 500mila euro

L'altro obiettivo della Pisana è favorire il riutilizzo e la fruizione sociale dei beni. Saranno valorizzati progetti relativi ad aree caratterizzate dalla presenza di strutture sensibili come asili, scuole, parchi, ospedali. Delle risorse a disposizione, 500mila euro sono destinati a favore dei progetti presentati da Roma Capitale o dai singoli municipi, 1,8 milioni di euro sono destinati a favore dei progetti presentati dagli altri comuni del Lazio, dalle province e dalla città metropolitana di Roma. 

Beni confiscati alle mafie, a Roma ce ne sono 552: "Ma molti sono ancora da assegnare"

Regimenti: "Integriamo fondi esistenti pensando al Giubileo"

"Per la Giunta Rocca la sicurezza è una priorità - spiega l'assessora Regimenti -. Nell’ultima legge di Bilancio regionale abbiamo lavorato per portare risorse aggiuntive e rispondere alla domanda di sicurezza che arriva dai territori. Con gli avvisi pubblici sulla videosorveglianza e la riqualificazione delle aree degradate, che mancavano dal 2020, vogliamo essere concretamente al fianco dei sindaci e delle forze dell’ordine per favorire il controllo del territorio. Abbiamo voluto riservare una quota di queste risorse anche a Roma Capitale e ai municipi, che già usufruiscono di fondi specifici, pensando all’appuntamento del Giubileo 2025, per il quale dobbiamo arrivare preparati. La Regione Lazio sarà presidio di legalità attraverso gli avvisi pubblici per favorire il recupero dei beni confiscati". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione Lazio investe 4 milioni di euro per la tutela dei beni confiscati alla mafia

FrosinoneToday è in caricamento