rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Politica Fiuggi

"Scelgo Fiuggi", il candidato Festa per la tutela ambientale

"Necessario un catasto degli alberi, il verde sia centrale nei programmi di sviluppo per Fiuggi". E nel frattempo punzecchia l'amministrazione Baccarini sull'operato degli ultimi anni

Il candidato a sindaco per la città di Fiuggi (Frosinone), Alberto Festa, evidenzia - tra gli obiettivi della sua campagna elettorale  - la necessità di tutelare il verde rimasto nella città. 

“In occasione della ‘Giornata della Terra’ di sabato 22 aprile, abbiamo preparato dei contributi relativi alla tutela ambientale anche con riferimento alla nostra Fiuggi, con l'intento di cambiare e migliorare l'atteggiamento registrato negli ultimi anni da parte dell'amministrazione Baccarini. Purtroppo per la cura del verde i proclami di questi giorni da parte di qualche candidato non bastano ed i fatti raccontano una storia che deve cambiare”. Così in una nota Alberto Festa, candidato sindaco di Fiuggi.

“In questi anni - spiega - abbiamo assistito a decine di alberi tagliati senza autorizzazione al campo di golf con l'avvio di un’indagine da parte della procura. Ci sono intere zone, come Capoiprati e via Verghetti, modificate nel loro aspetto con un passo indietro di almeno venti anni rispetto ad età media delle alberature presenti. Piazza Spada pare essere ancora priva di una relazione agronomica definitiva che attesti lo stato di salute delle alberature dopo l’esecuzione dei lavori e la caduta di alcune piante. Abbiamo assistito all'esecuzione di tagli evitabili nelle azioni di disinfestazione e si sono prodotti danni evidenti nell’esecuzione di opere pubbliche, con nuovi alberi piantati in pompa magna e poi lasciati seccare in assenza di cure. Questo è l’attuale biglietto da visita dell’amministrazione comunale”.   

“È urgente - conclude - che Fiuggi si doti di un catasto degli alberi e consideri il verde un elemento essenziale per lo sviluppo. Nonostante oltre ‪700.000‬ Euro di spese tecniche sostenute negli ultimi 4 anni a vario titolo, quasi sempre attraverso affidamenti diretti, la città è priva di una catalogazione sistematica di alberi e piante che ne verifichi semestralmente stato di salute e livelli di crescita e non ha un disegno complessivo di valorizzazione di questo aspetto del proprio patrimonio. Ci impegneremo a provvedere rapidamente in questo senso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scelgo Fiuggi", il candidato Festa per la tutela ambientale

FrosinoneToday è in caricamento