Valmontone, Bellotti; cosa pensano i compagni di partito della denuncia a Pizzuti?

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Un agosto così perturbato difficilmente lo avevamo vissuto a Valmontone. Non mi riferisco agli aspetti meteorologici ma, a malincuore, a quello che è successo all’Università Agraria. Una vicenda che mi

bellotti

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: "Un agosto così perturbato difficilmente lo avevamo vissuto a Valmontone. Non mi riferisco agli aspetti meteorologici ma, a malincuore, a quello che è successo all’Università Agraria. Una vicenda che mi

costringe a dover lavorare anche in un periodo in cui si dovrebbe stare rilassati sotto un ombrellone così come continuano a fare la maggior parte dei personaggi che ruotano intorno e dentro la politica locale anche di fronte a fatti assolutamente gravi. Per chi non lo sapesse, il Consigliere all’opposizione dell’Università Agraria Gianni Valentino, da me e dal mio gruppo sostenuto per la carica di Presidente, in via formale e nelle sedi opportune, ha sollevato delle perplessità sulle procedure intraprese per vendere un terreno demanialeappartenente all’Università Agraria. La Regione, interpellata in merito, ha ritenuto in primis di annullare gli atti connessi e, cosa molto più grave e raramente fatta, di dover inviare per competenza i fascicoli alla Procura del Tribunale di Velletri ed alla Corte dei Conti. Occorre peraltro considerare che la Regione ha lo stesso colore politico del Consiglio di Amministrazione dell’ente agrarioe quindi, per procedere in questa maniera, qualcosa di molto strano ha visto. Quello che mi fa rabbrividire è vedere un amministrazione giocare al ribasso per vendere un proprio terreno tanto da fare ricorso al TAR contro la determina della Regione che imponeva un prezzo maggiore (avvocati per il ricorso naturalmente pagati dall’università). Tutto ciò assume aspetti più inquietanti se si osserva che il 90% degli atti firmati in questo primo anno dall’Amministrazione Pizzuti sono stati annullati.Incompetenza o cosa altro?

Prima considerazione: vorrei spiegare a tutti che informare i cittadini dei fatti che succedono, non è frutto di uno che, essendo al di fuori di qualsiasi poltrona, deve sempre e per forza sparare sul nemico (politico). Il mio è solo un dovere che sento nei confronti di tutte quelle persone con cui ho parlato durante le varie campagne elettorali, quelle che mi hanno dato fiducia ed anche quelle che non hanno creduto a ciò che dicevo. E’ troppo facile andare in giro a promettere mari e monti e poi, dopo le elezioni, dimenticarsi di tutto e di tutti. Non ritengo corretto usare i social network per racimolare consensi e poi relegarli a strumenti non idonei alla politica quando bisogna spiegare (opposizione) o giustificare (maggioranza) le cose che non vanno. La gente si è stufata di questi giochini ed è proprio per questo che tante persone nemmeno si recano più a votare. Io, come detto già sopra, ho sostenuto Gianni Valentino per l’elezione a Presidente dell’Università Agraria; ancora oggi sono convinto che fosse la persona giusta al posto giusto ed è proprio grazie all’attività seria di opposizione che questo Signore sta svolgendo che siamo venuti a conoscenza di certe situazioni. Mentre il silenzio regna sovrano tra chi ha ritenuto Pizzuti idoneo a svolgere tale mandato. Vorrei per esempio conoscere il parere del nostro Sindaco riguardo l’operato del suo uomo, oppure quello della ex Vice Sindaco compagna di partito ed addirittura impiegata presso la Regione stessa che ha inviato la denuncia. Oppure il pensiero del Presidente del Consiglio Natalizia anche lui dipendente della Regione e sempre molto attento a rinnovare i sistemi di fare politica. Vorrei avere una spiegazione da Giorgio Rocca segretario del PD locale, Renziano convinto e consigliere di maggioranza presso l’Agraria che presumibilmente ha anche firmato o quantomeno votato quegli atti oppure quello di sua zia, la Maria Grazia Angelucci che, almeno in ambito comunale dovrebbe fare opposizione, perché eletta dai cittadini in contrapposizione a Latini e company. Vorrei sapere cosa pensano Pierluigi Pizzuti dell’operato di suo padre oppure la consigliera comunale di opposizione De Stefano avendo un fratello nella maggioranza all’Agraria. Voglio vedere quanti prenderanno le distanze da questo modo di amministrare. Perché alle prossime tornate elettorali, tutta questa vicenda la tirerò fuori e non so se tutti quelli che vi hanno votato saranno disposti a farsi prendere in giro per l’ennesima volta.

A prescindere da qualsiasi colore od appartenenza politica, sarebbe il caso di finirla con queste storie, occorre cambiare modi e maniere di amministrare. Belli gli slogan elettorali, bello sentire “liberiamo Valmontone dal vecchio modo di fare politica”. Qui sono cambiati i suonatori ma la musica è sempre la stessa, anzi, questa volta è anche peggiore.

Per chi ama la politica come me è l’ennesima delusione che porterà ancora altra gente a dire: tanto siete tutti uguali …

Massimiliano Bellotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Frosinone "quando nevicherà?" Cosa dicono le previsioni meteo

  • Giovane infermiera muore nel sonno, familiari e colleghi sotto choc

  • Coronavirus, la Ciociaria ed il Lazio in zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Tanta acqua e poco carburante nelle cisterne: denunciato titolare di un distributore (video)

  • Maltempo, neve nelle zone a sud di Roma ed in Ciociaria. In alcuni comuni chiuse le scuole lunedì 18

  • Coronavirus in Ciociaria: il bollettino di giovedì 14 gennaio. Lazio ormai avviato alla zona arancione

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento