Velletri, Greci lancia l'allarme processionarie: "a quando un intervento nei parchi cittadini"

“Compiacendomi per il buon esito della Festa delle Camelie, i cui colori hanno abbellito e rallegrato alcune parti della città, proprio in coincidenza con l'apertura al pubblico di due siti culturali di spessore, realizzati grazie ai fondi europei...

PROCESSIONARIA 4

“Compiacendomi per il buon esito della Festa delle Camelie, i cui colori hanno abbellito e rallegrato alcune parti della città, proprio in coincidenza con l'apertura al pubblico di due siti culturali di spessore, realizzati grazie ai fondi europei del Plus, e presa visione delle singolari accuse dell’assessore Masi,

processionaria

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

alle quali risponderò con estremo piacere, non posso non rammaricarmi per la scarsa attenzione che è stata invece riservata nelle ultime settimane all'invasione delle Processionarie in alcune aree verdi di Velletri". E' il capogruppo della lista Laboratorio Idee per Velletri, il dottor Giorgio Greci, a far da cassa di risonanza all'amarezza dei tanti genitori che si sono visti costretti a portar via i propri bambini dinanzi alle tante Processionarie che da tempo stazionano nei giardinetti di Piazza Garibaldi, come anche alla Villa comunale e in altri parchi cittadini. "Nelle scorse settimane - dichiara Greci - una mamma ha persino denunciato la presenza di Processionarie nell'area del cortile della scuola "Marcelli", auspicando si procedesse alla bonifica, visto che i bambini solo per casualità non si sono poggiati al tronco del pino dove era presente una fila del pericoloso lepidottero. Casi analoghi sono stati segnalati a più riprese in altri parchi, come anche nella zona di via dei Lauri - Largo Monsignor Centra, tanto che in molti hanno sollecitato una immediata disinfestazione, che altri Comuni, come recentemente quello di Lanuvio, hanno predisposto ed effettuato. Mi chiedo come mai - continua il consigliere di opposizione - su certi temi non si presti la necessaria attenzione. Ci sono alcuni aspetti che non andrebbero affatto trascurati, neppure se distratti dall'euforia di qualche inaugurazione. I parchi, specie in questi giorni d'inizio primavera, sono frequentatissimi dai bambini, e se non si è in grado di ottemperare a quello che è un obbligo su tutto il territorio nazionale si delimitino le aree interessate, almeno quelle dove giocano i bimbi". "Ricordo a tutti - rimarca il noto cardiologo veliterno - che in caso di contatto i peli urticanti della Processionaria si separano facilmente dalla larva che li porta sul dorso e, data la particolare struttura, fatta di minuscoli ganci, si attaccano facilmente alla pelle, provocando una reazione urticante data dal rilascio di istamina. In casi gravi può verificarsi persino uno shock anafilattico, con pericolo mortale, oltre ad orticaria, sudorazione, edema in bocca e in gola, difficoltà di respirazione, ipotensione e perdita di coscienza. Da non trascurare persino i rischi per gli amici a quattro zampe, visto che il cane, annusando il terreno, ingerisce i peli urticanti che ricoprono il corpo dell'insetto". "A questo punto - conclude Greci - non posso che augurarmi una maggior sensibilità e attenzione da parte dell’ammininistrazione per la manutenzione ordinaria dei beni comuni, spesso lasciati nell'incuria e nel disinteresse generale, come dimostrabile anche dagli stessi giardinetti di Piazza Garibaldi, dove non è raro trovare accatastate bottiglie di birra e altri rifiuti in mezzo ai quali i più piccoli sono costretti a giocare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento