rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Valle Del Sacco

Colleferro ospedale, l'appello: "si intervenga con serietà e responsabilità"

Il comitato Salute ed Ambiente ed il comitato Libero a difesa dello'ospedale tornano sulla vicenda dell'attuale situazione del nosocomio colleferrino 

Dopo la nota e le preoccupazione del sindaco Sanna gli esponenti del comitato Salute ed Ambiente tornano sull'annoso problema dell'attuale situazione dell'ospedale di Colleferro che con il picco dell'influenza in corso sta assorbendo anche le utenze nella parte emergenziale dell'ospedale di Tivoli che è stato chiuso dopo l'incendio.

“Come era prevedibile i provvedimenti emergenziali adottati dal Presidente Rocca dopo l’incendio dell’ospedale di Tivoli stanno compromettendo  anche la rete ospedaliera romana, già provata da criticità pregresse. Avevamo chiesto - spiega Stefano Fabroni a frosinonetoday.it - ai Sindaci del distretto della Asl Rm5 in particolare a quello di Colleferro di sapere se fossero quei provvedimenti fossero stati adottati dopo la loro consultazione proprio per evitare di lamentarsene a parole.

"Non abbiamo ricevuto alcuna risposta dai Sindaci e dalla Direzione sanitaria, aggiunge Ina Camilli del Comitato libero A difesa dell’ospedale di Colleferro. Invece degli appelli, quando ormai la situazione da drammatica diventa ingestibile per i pazienti e per il personale, si intervenga con serietà e responsabilità attraverso tutti gli strumenti di cui dispongono i Sindaci, come la loro consultazione preventiva rispetto alle misure da adottare in seno alla Conferenza dei Sindaci. Gli appelli sono una modalità più consona all’attività dei Comitati e non ad Ente locale che voglia farsi carico dei problemi della sua comunità.

La situazione assistenziale negli ospedali, stressati dalla pandemia, rischia di crollare, nonostante i sacrifici del personale, che non riesce a far fronte al sovra numero di utenti che prima afferivano all’ospedale di Tivoli. In questi ultimi tempi anche la recrudescenza del Covid ha reso evidente la portata limitata dei provvedimenti adottati dalla Giunta Rocca, totalmente sbilanciati a favore del privato, che non può assolvere alle necessità ed alle emergenze come farebbe il servizio sanitario regionale pubblico.
Un fattore economico e politico che pesa sul risanamento del bilancio della sanità è il dissesto pregresso lasciato dalla Giunta Zingaretti.

Senza alcuna polemica dobbiamo sottolineare che ci lascia sconcertati il tono accusatorio di esponenti della passata maggioranza regionale che solo ora rilasciano frequenti dichiarazioni, eseguono ispezioni e denunciamo i mali della sanità, di cui sono in parte responsabili.
Le conseguenze delle politiche sanitarie della sinistra e della destra, ciascuna con i propri alibi, colpiscono i malati e le loro famiglie e non si intravede il cambiamento profondo che potrebbe ancora salvare la situazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colleferro ospedale, l'appello: "si intervenga con serietà e responsabilità"

FrosinoneToday è in caricamento