menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, il bilancio del primo anno di attività di Minerva Ambiente. Le cose fatte e quelle che si faranno

Nelle prossime settimane partirà la raccolta differenziata anche a Carpineto Romano, Segni, Gavignano e Gorga

Dai 90 mila euro di perdita annunciati qualche tempo fa dall’assessore (oggi anche vice sindaco) Giulio Calamita al dettaglio della cose fatte nel primo anno di attività dalla società Minerva Ambiente che gestisce la raccolta dei rifiuti in una decina di comuni tra l’area predestina ed i castelli romani. Il 2 Dicembre 2019 Minerva Ambiente ha avviato la gestione operativa dei servizi di igiene ambientale nei comuni di Collefferro, Segni, Labico, Genazzano, Carpineto Romano, Nemi, Gavignano, Gorga, e Capranica Prenestina, per oltre 50 mila abitanti serviti.

“Minerva Ambiente, nel suo primo anno di attività – si legge in un nota dell’amministratore Alessio Ciacci inviata alla stampa - ha dimostrato la sostenibilità economica della propria gestione, andando a ricoprire le spese di avvio della società e dimostrando indici di efficienza economico-finanziaria sempre migliori. Le prossime gare, in preparazione, relative ai mezzi miglioreranno ulteriormente la dotazione aziendale.

Minerva Ambiente, nel suo primo anno ha anche avviato una profonda riorganizzazione dei servizi di igiene urbana, andando a migliorare il calendario di raccolta domiciliare a Colleferro, aumentando le raccolte differenziate. Nelle scorse settimane è stata avviata la raccolta differenziata domiciliare a Nemi con ottimi risultati in termini di materiale avviato a riciclo, a giorni partirà lo stesso servizio presso il Comune di Capranica Prenestina e, nelle prossime settimane, anche in tutti gli altri comuni che ancora hanno raccolta con cassonetti stradali, a partire dai quattro comuni montani che hanno ottenuto un finanziamento da parte della Città Metropolitana: Carpineto Romano, Segni, Gavignano e Gorga.

Nelle prossime settimane sarà inoltre avviata la nuova isola ecologica di Segni su cui si stanno ultimando i lavori di adeguamento impiantistico ed altre a Colleferro, Labico, Nemi e Capranica Prenestina sono in fase di definitiva progettazione. Minerva Ambiente sta inoltre lavorando, in sinergia con le amministrazioni comunali, all’avvio del percorso  per la strutturazione di servizi di tariffazione puntuale, anche grazie ad ulteriori finanziamenti intercettati dai comuni grazie alla Città Metropolitana.

La creazione della società pubblica Minerva Ambiente si conferma dunque una scelta, da parte dei comuni, per rilanciare una servizio pubblico che guarda all’efficienza, alla sostenibilità e all’economia circolare.

Vogliamo ringraziare gli operatori ecologici di Minerva Ambiente per la dedizione in questo momento di particolare difficoltà perché solo grazie al loro impegno riusciamo a garantire servizi alla cittadinanza alla quale chiediamo comprensione laddove dovessero esserci ritardi piccoli disservizi. Superermo assieme questa pandemia e riusciremo nei prossimi anni a fare di questa società una garanzia di qualità dei servizi e una eccellenza nell’ecologia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Lazio rischia di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Mostre

    Veroli, Daimon - mostra d'arte

  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento