menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
gm 4

gm 4

Montelanico: successo per la "Giornata della Memoria"!

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO comunicato Comune di Montelanico “Bisogna capire con il cuore  chi è l’altro che è vicino a voi, rispettando le sue idee, senza pregiudizi. Chi è diverso non è necessariamente un nemico, bisogna comprenderlo e capirlo...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO comunicato Comune di Montelanico

"Bisogna capire con il cuore chi è l'altro che è vicino a voi, rispettando le sue idee, senza pregiudizi. Chi è diverso non è necessariamente un nemico, bisogna comprenderlo e capirlo. Nei confronti degli ebrei, purtroppo, il pregiudizio è sempre esistito."

Questo è Enrico Modigliani, membro del consiglio del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, promotore di "PROGETTO MEMORIA", che si propone di approfondire la conoscenza della Shoah, inviando propri testimoni in tutte le parti d'Italia. Protagonista, insieme a padre Santos W' Almy, figura eminente del Vescovado di Sora, di una emozionante giornata, organizzata dall'Amministrazione, in occasione del "Giorno della Memoria 2016", nel corso della quale,, i nostri due ospiti non si sono risparmiati nel rievocare ed accrescere la conoscenza di quei tragici momenti, davanti alla platea incuriosita ed entusiasta dei ragazzi della nostra Scuola.

L'incontro si è svolto in due momenti: la mattinata ha visto la partecipazione degli alunni della Scuola secondaria di primo grado che hanno dato il loro contributo all'iniziativa attraverso letture, cartelloni e la commovente esecuzione con il flauto del brano "La Vita è bella"; nel pomeriggio, invece, è stata la volta degli alunni delle classi IV e V elementare che hanno partecipato con grande coinvolgimento emotivo, recitando passi tratti dal diario di Anna Frank e dialogando liberamente con il gradito ospite.

Con tutta la naturalezza e spontaneità che gli è propria, i bambini hanno posto domande e soddisfatto le loro curiosità, tanto da essere entrati subito nel cuore di Modigliani.

Il nostro testimone, ci ha poi, raccontato le vicende che hanno riguardato la comunità ebraica di Roma e soprattutto quelle relative alla sua famiglia che, solo grazie ad una serie di circostanze fortuite e all'aiuto di un'amica dei genitori è riuscita a sfuggire alla deportazione.

Ci ha ricordato, anche attraverso l'ausilio di immagini, le vicende dello zio Franco Modigliani, premio Nobel per l'Economia, costretto ad emigrare in America. All'iniziativa hanno preso parte il Sindaco, Raffaele Allocca, che ha ribadito l'importanza di questi momenti di Memoria, del Vice sindaco Emiliano Trulli, del Delegato alla Cultura Pubblica/Istruzione M. Carolina Onorati e del Maresciallo dei Carabinieri, Giuseppe Calabro', al quale Modigliani ha riferito della deportazione di 2400 carabinieri romani nei lager nazisti.

Ringraziamo tutti coloro che hanno voluto essere presenti all'evento, gli insegnanti e gli alunni della Scuola di Montelanico, i rappresentati di classe, le Associazioni, i consiglieri comunali e tutta la cittadinanza. Si ringraziano ,soprattutto, Padre Santos W'Almy ed Enrico Modigliani, i quali, esempi di grande tolleranza e intelligenza, hanno apprezzato la calda accoglienza riservata loro dal nostro paese.

Ieri, nonostante il rispettoso silenzio di chi ha avuto la volontà di ascoltare, nessuno ha taciuto: ciascuno, consapevole dell'identità più autentica dell'altro ha ricordato e condiviso come si addice ad una comunità solidale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento