menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, dalla Regione 24 Mln di euro per completare la chiusura della discarica di Colle Fagiolara

Tale cifre saranno vincolate alle attività di capping e gestione ordinaria del sito, in particolare la raccolta e raccolta e depurazione del percolato, la captazione dei biogas prodotti ed il ripristino ambientale del sito grazie alla piantumazione delle alberature e le essenze arboree

Il discorso delle procedure per completare la chiusura della discarica di Colle Fagiolara nel comune di Colleferro ma ai confini con il nord della Ciociaria già è stato affrontato diverse volte ma mancavano le cifre che dovevano arrivare dalla Regione Lazio. Cifre che sono state stanziante in queste ore e che ammontano a ben 24 Mln di euro.

“Informiamo la cittadinanza che con determina N. G05985 del19/5/2020 la Direzione Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti ha stanziato – spiegano l’assessore del comune di Colleferro Calamita ed il sindaco Sanna in una nota - sul bilancio regionale le somme per le operazioni di gestione post-operativa della discarica di Colle Fagiolara. Le somme ammontano ad un totale pari a 24 Mln di euro e saranno vincolate alle attività di capping e gestione ordinaria del sito, in particolare la raccolta e raccolta e depurazione del percolato, la captazione dei biogas prodotti ed il ripristino ambientale del sito grazie alla piantumazione delle alberature e le essenze arboree.

Le somme verranno affidate a Lazio Ambiente in qualità di soggetto obbligato alle attività di ripristino ambientale del sito. Il progetto che dovrà seguire è quello approvato nell'autorizzazione integrata ambientale della discarica, tenuto conto degli adeguamenti tecnici da effettuare sull'attuale morfologia del sito. Come Amministrazione comunale continueremo a seguirne gli sviluppi con l'obiettivo di rimarginare la ferita ambientale che rappresenta la discarica per la nostra valle.

Questa è un'importantissima e splendida notizia per Colleferro ed il territorio tutto, un ennesimo traguardo ottenuto grazie all'impegno delle Amministrazioni comunali e le forze sociali che sul tema per anni si sono battute. Questo è il più importante passaggio avvenuto a partire dal 15 gennaio 2020, data di chiusura della discarica.

La riconversione ambientale del nostro quadrante di territorio del Lazio continua il suo corso ed i rilevanti sviluppi che la caratterizzeranno non sono finiti. Altre novità sono in arrivo e testimonieranno indelebilmente che l'impegno politico sui temi ambientali, il dialogo sincero e la volontà di cercare prospettive ed alternative sono i cardini per ottenere risultati come questi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento