Attualità

Coronavirus in Ciociaria, oggi come ieri: ben 40 nuovi casi, tra cui 9 studenti e un bimbo di 3 anni

Il più anziano di turno, invece, è un 77enne. Appena due gli ospedalizzati: due 68enni, uno dei 9 di Sora e uno di Ceccano. Vari positivi anche a Cassino (8), dove è uscito nel frattempo dall'auto-quarantena il sindaco Salera

Foto di repertorio

Nelle ultime 24 ore, in base al bollettino Coronavirus dell’8 ottobre, si registrano ben 40 nuovi casi in provincia di Frosinone, tra cui 9 studenti. Lo stesso numero di ciociari comunicato ieri dalla Asl alla task force regionale per il Covid-19. E sempre come in precedenza sono due i positivi ospedalizzati. Stavolta 68enni, uno dei 9 neo-contagiati di Sora e uno di Ceccano.  

Gli altri sono in isolamento domiciliare nelle cittadine di provenienza: Cassino (8), Frosinone (4), Isola del Liri (3), Pontecorvo (3), Fiuggi (2), Arpino, Castelliri, Castelnuovo Parano, Ceprano, Cervaro, Fontechiari, Sant’Elia Fiumerapido, Supino, Vallerotonda e Villa Santa Lucia. In generale, il più anziano ha 77 anni ed è di Sant’Elia, mentre il più giovane è un bimbo di 3 anni di Cassino.    

In tutto il Lazio, a fronte di oltre 13 mila tamponi (intorno ai 900 quelli effettuati in Ciociaria) e con i drive-in ormai sotto pressione, si riportano 8 decessi e il contagio di 359 persone, di cui 144 di Roma. 81, invece, i guariti. “Il rapporto tra i positivi e i testati – evidenzia l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato - è al 2.7%”. Ulteriori misure di contenimento, poi, nell’attenzionata provincia di Latina.  

“Emanata una circolare esplicativa a medici, pediatri e tutte le strutture del Sistema sanitario regionale - informa, infine, lo stesso D’Amato - La diagnosi di primo livello si fa con i tamponi rapidi che consentono una risposta immediata, le validazioni dei casi positivi si fanno con il test molecolare. A disposizione anche la rete dei laboratori privati, coloro che hanno fatto l’autodichiarazione di inizio attività sono immediatamente operativi al netto dei tempi tecnici di approvvigionamento individuale che dipendono esclusivamente dalla struttura privata. Avviate le procedure per la manifestazione di interesse verso medici di medicina generale e pediatri di libera scelta che volessero eseguire in sicurezza i tamponi rapidi antigenici nei loro studi medici. Per chi si trova in quarantena come contatto di caso, senza sintomi, non è necessario, decorsi i 14 giorni, fare il tampone”.  

Coronavirus a scuola: aggiornamento quotidiano

Da oggi, per quanto riguarda Sora, gli alunni di una classe quarta del plesso “Achille Lauri” dell’Istituto comprensivo 3 sono stati posti in isolamento domiciliare. Per via di un’insegnante positiva, poi, le lezioni del Liceo “Vincenzo Gioberti” si terranno a distanza fino a sabato 10 ottobre.  

In quanto a Cassino, a seguito dell’accertamento della positiva di un docente, è stato isolato un secondo dell’Istituto d’istruzione superiore “San Benedetto” fino a lunedì 19, quando tutti i diretti interessati saranno sottoposti a tampone presso l’apposita tensostruttura cittadina. In quota “San Benedetto”, inoltre, è stato disposto l’isolamento di tre classi dell’Ipsia. Sempre nella città martire, infine, sono 5 i casi del Liceo classico “Giosuè Carducci”. Tra questi non c’è la figlia del sindaco cassinate Enzo Salera, che è pertanto uscito dall’auto-quarantena in cui si era posto a titolo precauzionale.  

Infine, non stravolgendo affatto le attività didattiche all’interno delle classi non coinvolte, c’è un caso di positività anche all’interno della comunità scolastica dell’Iis “Sandro Pertini” di Alatri. “È stato prontamente individuato e isolato insieme con i suoi contatti stretti - ha scritto la dirigenza scolastica a docenti, studenti e familiari - per i quali è stata data immediata comunicazione al Ddp e all’equipe anticovid della Asl di Frosinone”.     

La situazione nel resto del Lazio 

Nella Asl Roma 1 sono 62 i casi nelle ultime 24h e si tratta di trentuno casi con link familiare o contatto di un caso già noto e sedici sono casi isolati. Si registrano tre decessi di 70, 85 e 91 anni con patologie.  

Nella Asl Roma 2 sono 55 i casi nelle ultime 24h e si tratta di dieci casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale e ventuno i contatti di casi già noti e isolati. Si registrano due decessi di 63 e 76 anni con patologie.  

Nella Asl Roma 3 sono 27 i casi nelle ultime 24h e si tratta di quindici contatti di casi già noti e isolati, due i casi di rientro dalla Romania e uno dalla Francia. Si registra un decesso di 90 anni con patologie.  

Nella Asl Roma 4 sono 29 i casi nelle ultime 24h e si tratta di diciannove contatti di casi già noti e isolati, due casi con link dalla Sardegna e otto i casi su segnalazione del medico di medicina generale.  

Nella Asl Roma 5 sono 43 i casi nelle ultime 24h e si tratta di diciannove contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione.  

Nella Asl Roma 6 sono 42 i casi nelle ultime 24h e si tratta di ventisei contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato su segnalazione del medico di medicina generale.  

Nelle province si registrano 101 casi, tra cui i 40 della Asl di Frosinone, e zero decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono ventinove i casi e di questi due sono casi di rientro dalla Lombardia. Due casi hanno un link con un cluster nella struttura ‘Città di Aprilia’ dove è in corso l’indagine epidemiologica e otto sono i casi con link familiare o contatto di caso già noto. Nella Asl di Viterbo si registrano diciotto casi e si tratta di dieci contatti di casi già noti e isolati. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e due in fase di accesso in pronto soccorso. Nella Asl di Rieti si registrano quattordici nuovi casi e si tratta di quattro contatti di un caso già noto e isolato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Ciociaria, oggi come ieri: ben 40 nuovi casi, tra cui 9 studenti e un bimbo di 3 anni

FrosinoneToday è in caricamento