menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
da sinistra Matteo Simone, Luigi Franzese e Carlo Romanelli

da sinistra Matteo Simone, Luigi Franzese e Carlo Romanelli

Strage Sabato Santo, le vittime con un'età compresa tra i 19 ed i 52 anni. La morte in diretta social

A perdere la vita nel drammatico scontro sono stati tre giovani amici: Carlo Romanelli, Luigi Franzese e Matteo Simone che viaggiavano a bordo di una Mito. L'altra vittima è Claudio Amato, alla guida della Fiat Idea. La tragedia lungo la Casilina a San Vittore del Lazio

Tutti giovanissimi e tutti residenti nella comunità di Mignano Montelungo alle porte di Cassino. Le vittime del drammatico incidente avvenuto la sera di Sabato Santo lungo la Casilina a San Vittore del Lazio (Frosinone) sono state identificate. A bordo della Mito rossa, che per cause ancora in fase di accertamento si è scontrata con una Fiat idea, viaggiavano Carlo Romanelli, 19 anni da compiere a luglio; Matteo Simone, 19 anni e Luigi Franzese, 20 anni. L'ultima vittima è il conducente dell'Idea, Claudio Amato, 52 anni residente a Campo Zillone, frazione di Mignano Montelungo. 

Tragedia di San Vittore, fissati i funerali di Carlo, Luigi, Matteo e Claudio: Mignano straziata dal dolore

Il fatto

Lo scontro frontale tra le due auto è avvenuto poco dopo le 20.30 nei pressi di una semi curva della regionale Casilina, in territorio di San Vittore ma in direzione San Pietro Infine. D'improvviso un forte boato ha scosso la quiete della serata. "Abbiamo sentito un boato e poi solo il rumore di un motore impazzito - ha raccontato uno dei primi soccorritori che vive in zona -. Davanti gli occhi una scena che difficilmente potrò dimenticare: le auto distrutte e quei poveretti senza vita. Abbiamo chiamato i soccorsi ma ci siano resi conto che per loro non c'era nulla da fare".

Le prime agghiaccianti immagini della tragedia

I soccorsi sono scattati in pochissimi secondi e in breve sul posto sono arrivati i Vigili del Fuoco, i mezzi dell'Ares 118 e i Carabinieri ma per tre dei quattro occupanti non c'era oramai più nulla da fare. Un quarto passeggero è deceduto poco dopo l'arrivo al pronto soccorso di Cassino.

La testimonianza

"Ho provato a tenerli svegli, parlavo loro e dicevo di stare tranquilli che stavano arrivando i soccorsi ma solo uno mi rispondeva con la testa. Poi più nulla, è stato scioccante". Queste le parole di chi si è trovato a transitare lungo la Casilina pochi istanti dopo l'impatto tra le due auto. La strada si è trasformata in un via vai vai di luci blu ed ambulanze in una corsa contro il tempo per cercare di evitare una mattanza. 

La morte in diretta 

Una delle vittime, Luigi Franzese, era in diretta sulla sua pagina Instagram quando è avvenuto lo scontro e molti amici hanno assistito inermi alla tragedia. Per questo motivo i familiari dei ragazzi sono arrivati sul posto ancor prima che i soccorsi potessero evitare l'accesso all'area. Scene di pura disperazione con grida strazianti e lacrime che hanno scosso tutti.

Le vittime

Carlo Romanelli frequentava l'ultimo anno del liceo classico 'Carducci' di Cassino. A giugno avrebbe sostenuto l'esame di maturità. I genitori sono titolari della ditta di trasporto pubblico che opera tra il Cassinate e l'alto Casertano. Luigi Franzese (figlio di un agente di Polizia in servizio presso la questura di Caserta) e Matteo Simone, avevano frequentato l'Itis a Cassino e lo scorso anno si erano diplomati.

Tutti e tre i ragazzi,amici per la pelle, vivevano a distanza di pochi chilometri l'uno dall'altro. Claudio Amato, classe 1969, era alla guida della Fiat Idea. Uscito per comprare delle pizze stava facendo ritorno a casa, nella frazione di Campo Zillone. Lavorava in una fabbrica di Rocca d'Evandro ed era stimato e ben voluto da tutti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento