Martedì, 26 Ottobre 2021
Cultura

L’Amministrazione di Segni apre un c/c pro terremotati

E’ da encomiare l’Amministrazione che governa la cittadina di Segni, in primis la prima cittadina. Durante il Consiglio Comunale del 6 settembre, il Sindaco Maria Assunta Boccardelli, dopo essersi consultata con la maggioranza, ha dichiarato che...

E' da encomiare l'Amministrazione che governa la cittadina di Segni, in primis la prima cittadina. Durante il Consiglio Comunale del 6 settembre, il Sindaco Maria Assunta Boccardelli, dopo essersi consultata con la maggioranza, ha dichiarato che il giorno seguente, 7 settembre avrebbe aperto un c/c bancario a favore delle popolazioni colpite dal sisma. Esordendo con i ringraziamenti ai cittadini, ai volontari, alle associazioni che si sono prodigate da subito per alleviare le sofferenze di chi non ha più nulla, ha continuato:

"Domani (ieri 7 settembre) aprirò un conto corrente appositamente per le popolazioni colpite dal sisma in modo che tutti i cittadini, le associazioni,i ristoratori, i commercianti possano confluirvi le proprie donazioni. In seguito, insieme alla Protezione Civile, che ringrazio particolarmente per quanto sta facendo nelle zone colpite dal sisma, consegnerò personalmente al Sindaco di Amatrice tutto il denaro raccolto, perché, ci tengo a precisare, desideriamo occuparcene di persona per essere sicuri che le donazioni vadano a buon fine. In questi momenti così drammatici non esiste maggioranza o minoranza in un'amministrazione, ma bisogna essere compatti per il fine comune, quello di portare sollievo alle persone che soffrono". Gianfranco Boccardelli, consigliere d'opposizione si è dichiarata d'accordo su quanto palesato dal Sindaco e ha dato la incondizionata disponibilità in caso di bisogno.

Ricordiamo che il numero di c/c bancario è IT83G0832739430000000702046 presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma filiale di Segni, Comune di Segni emergenza terremoto centro Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Amministrazione di Segni apre un c/c pro terremotati

FrosinoneToday è in caricamento