Sabato, 16 Ottobre 2021
Cultura

Montalcino, quando la cantina diventa una galleria d'arte: la colomba di Roberto Turchi vola tra i tini del Casato Prime Donne

L'opera del montalcinese Roberto Turchi inaugurata domenica nella tinaia. Per la prima volta, una performance di immagini digitali che trasformano la tinaia in uno spazio artistico multimediale

L'opera del montalcinese Roberto Turchi inaugurata domenica nella tinaia. Per la prima volta, una performance di immagini digitali che trasformano la tinaia in uno spazio artistico multimediale

the-doves-flight-di-roberto-turchi-per-il-casato-prime-donne

Si chiama The Dove's Flight, il volo della colomba, e la sua naturale collocazione sarà non una galleria d'arte tradizionale ma una cantina, quella di Donatella Cinelli Colombini al Casato Prime Donne di Montalcino. Un'opera permanente realizzata da Roberto Turchi, pittore, esperto di vino, oste e interior designer montalcinese DOC, che ha reinterpretato uno spazio industriale con straordinaria sensibilità dimostrando una capacità narrativa eccezionale ma anche un'adattabilità non comune nell'uso delle moderne tecnologie. "Ho scommesso sulla sensibilità di Roberto nel reinterpretare gli spazi affidandogli il compito di dare un contenuto artistico a uno spazio industriale - ha detto Donatella Cinelli Colombini - sapevo di metterlo in difficoltà ma solo chi conosce il mondo del Brunello e ha un'autentica vena artistica, poteva riuscirci e lui c'è riuscito creando qualcosa di nuovo e straordinario".

L'installazione artistica di Roberto Turchi - messa a punto con la collaborazione di Giuseppe Sanfilippo, Tommaso di Ronato e MCM Service - di fatto apre le porte a un nuovo modo di farsi portatori di un messaggio di arte e cultura, scegliendo un luogo a tutt'altro scopo delegato: la vera innovazione sta proprio in questo, portare fuori dalle sale dei musei quell'arte che in tali ambienti si contestualizza e trasmette un messaggio più forte ed emozionale.

The Dove's Flight è una storia dipinta, che un sofisticato sistema tecnologico fa apparire sui tini come un'opera dinamica e coinvolgente per 3 minuti e porta i visitatori in un mondo in cui si mescolano immagini dipinte e reali, colori e suoni, emozioni e leggerezza. Un'esperienza, questa di Montalcino che nessuno aveva mai fatto prima: tinte intensissime e giustapposte, tratti distintivi di una poetica molto personale e contemporanea che tuttavia affonda le sue radici nel Quattrocento senese di Sassetta e Sano di Pietro. In questa innovativa opera d'arte le immagini di Montalcino si scompongono in un gioco cubista e a volte metafisico per poi diventare un racconto fatto di particolari di notevole forza evocativa: ironia, sogno e scene reali in un racconto con riferimenti storici importanti per la città del Brunello e per Donatella Cinelli Colombini in prima persona. Il volo della colomba inizia nella Fortezza di Montalcino - baluardo dell'ultimo libero comune italiano fino al 1559 e luogo che Giovanni Colombini nonno di Donatella e allora primo cittadino, fece restaurare riportandola all'antico splendore - e continua verso il palazzo pubblico di Montalcino cuore della vita pubblica e privata della gente del Brunello da oltre settecento anni, prima di uscire dall'abitato sfiorando il Duomo e giungere al Casato Prime Donne in tempo di vendemmia. Chi ama il Brunello e la sua terra troverà in questa installazione una magia capace di rinnovarne il sentimento. Anche perché, il suo "vernissage" coincide con l'inaugurazione della nuova tinaia studiata per salvaguardare il naturale perfetto equilibrio delle uve di Sangiovese della tenuta: tre uova e otto tini troncoconici a cappello aperto in cemento nudo firmati Nomblot e simili a quelli dei più famosi chateau di Borgogna.

L'occasione che ha portato al Casato Prime Donne l'arte di Roberto Turchi è stata la consegna dell'annuale Premio Prime Donne che quest'anno è stato attribuito a Chaimaa Fatihi, giovane musulmana che ripudia il terrorismo auspicando la pace universale, di cui la colomba di Turchi è simbolo per eccellenza.

The Dove's Flight tuttavia non è l'unico esempio di arte "diffusa" promosso dalla cantina tutta al femminile di Donatella Cinelli Colombini: ogni anno, in occasione del Premio Prime Donne, una installazione realizzata da artisti del territorio viene infatti collocata nei vigneti e tra i sentieri che circondano la tenuta, accompagnati dalle dediche lasciate dalle vincitrici e incisa su cippi di travertino.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montalcino, quando la cantina diventa una galleria d'arte: la colomba di Roberto Turchi vola tra i tini del Casato Prime Donne

FrosinoneToday è in caricamento