Segni, abbattere le distanze. A cena con il cuore

Si è svolta il 21 dicembre la consueta cena di beneficenza organizzata dall'associazione Areaconsumatori. Il ricavato è stato devoluto alla “Onlus AiutoBambini Betlemme” per il CARITAS BABY HOSPITAL in Palestina

Per iniziativa di Areaconsumatori insieme al Personale della Cancelleria del Giudice di Pace di Segni, nei giorni scorsi presso il ristorante “Scroccarocco” è avvenuto un simbolico scambio di auguri tra vari rappresentati locali del mondo istituzionale, religioso e professionale. L’ avv. Rocco Sofi, Presidente di Areaconsumatori, aveva infatti interagito già da tempo con l’ambiente forense veliterno al fine di sensibilizzare l’attenzione sulle tematiche della serata.

I presenti

Erano presenti il Vescovo Mons. Apicella, il Giudice De Cinti, il Giudice di Pace di Segni Primiceri, il VPO Rezza, il Sindaco di Segni Boccardelli, il Sindaco di Gorga Cipriani e il consigliere comunale Menichelli, il Vicesindaco di Artena Serangeli e l’Assessore Caschera, il Presidente del Consiglio Comunale di Carpineto Romano Mancini, i consiglieri comunali Girolami e Guadagno del Comune di Colleferro, i consiglieri dell’Ordine avvocati di Velletri De Marco, D’Eletto, Pacifici e Spagnolo oltre ad un cospicuo numero di avvocati del territorio.

L'importanza della solidarietà

Al centro della riflessione le dinamiche di gestione procedurale legate alla fortunata presenza a Segni dell'Ufficio del Giudice di Pace. Un'istituzione voluta fortemente dai Comuni della zona e fortemente sentita come esigenza territoriale da parte dei cittadini (diversamente costretti a spostarsi fino ad Albano per il dibattimento delle cause). Occasione a scopo oltretutto benefico, questa cena, il cui ricavato è stato devoluto alla “Onlus AiutoBambini Betlemme” per il CARITAS BABY HOSPITAL, che opera in Palestina in soccorso ai bimbi e alle mamme senza assistenza sanitaria e sociale, promotore e referente il Prof. Claudio Gessi. L'incontro è stato denso di significati e prospettive. La chiave di lettura della serata potrebbe essere identificata nella parola “distanza”. L'importanza e la peculiarità di un ufficio come quello del giudice di pace, così radicato nel territorio, simbolicamente dimostra, infatti, come la sinergia tra Enti Locali, Ordini Professionali, professionisti e cittadini, se ben spesa, possa riuscire ad oggettivizzare un fabbisogno concreto della popolazione ed abbattere le distanze burocratiche e formali oltre a quelle chilometriche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di contro, l'aver raccolto, con pochi gesti e in pochi momenti, una considerevole somma, direttamente da Segni a Betlemme, ricalca di nuovo l'abbattimento di quella “distanza”: una barriera non più insormontabile con l'impegno di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento