rotate-mobile
Fratelli d'Italia all'attacco / Anagni

Catalent, FdI chiede Commissione Trasparenza: “Zingaretti ancora parla di fare leggi anti burocrazia”

Il gruppo regionale di Fratelli d'Italia ha richiesto la convocazione della Commissione Trasparenza sulla rinuncia dell'azienda farmaceutica all'investimento di 100 milioni di euro nello stabilimento di Anagni

Il gruppo di FdI Lazio ha richiesto la convocazione della Commissione Trasparenza in merito al Caso Catalent. Fratelli d'Italia contesta che il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dopo nove anni di mandato,  ancora parli di fare leggi anti burocrazia che semplifichino le norme per chi vuole avviare le attività produttive.

Approda alla Pisana, dunque, la delicata questione del mancato investimento di 100 milioni di euro sullo stabilimento farmaceutico di Anagni. Il presidente del Consorzio industriale del Lazio, il democrat ciociaro Francesco De Angelis, ha già lanciato un appello alla semplificazione normativa. C'è già chi ha fatto presente, però, che "non si tratta soltanto di burocrazia" e "non è un caso isolato". L'assessore regionale alle attività produttive Paolo Orneli, dal canto suo, ha assicurato la massima collaborazione con l'azienda Catalent per altri investimenti sul sito ciociaro. Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha accentuato la necessità di leggi anti burocrazia. 

Fratelli d'Italia: "Zingaretti ancora parla di fare leggi anti burocrazia"

"La rinuncia della multinazionale farmaceutica ad aprire uno stabilimento ad Anagni purtroppo non stupisce - comunica FdI Lazio - Tuttavia riteniamo opportuno chiarire il caso dei ritardi nel rilascio delle autorizzazioni alla Catalent. Abbiamo chiesto pertanto la convocazione di una Audizione dedicata in Commissione Regionale Trasparenza e Pubblicità".

"E’ paradossale infatti che il Presidente della Regione al suo nono anno di mandato, ancora parli di fare leggi anti burocrazia che semplifichino le norme per chi vuole avviare le attività produttive - ritengono i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia - Più volte Fdi ha evidenziato il deterrente che allontana la creazione di impianti industriali: un groviglio di procedure, un sovrapporsi di competenze per il rilascio delle autorizzazioni, che sommati ai ritardi nel rilascio dei documenti, alle mancate bonifiche dei siti, rendono di fatto impossibile programmare ed avviare nei tempi prestabiliti una produzione industriale".

"Dal 2013 primo anno di governo Zingaretti, il Lazio ha visto svanire molte opportunità di occupazione e di ingenti investimenti - concludono - Nonostante i nostri richiami alla necessità di snellire le procedure burocratiche e di implementare la sinergia tra le diverse istituzioni ed Enti Locali competenti, nulla è stato fatto dalla giunta a guida PD-M5Stelle per attrarre, ne per trattenere, progetti di insediamenti produttivi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catalent, FdI chiede Commissione Trasparenza: “Zingaretti ancora parla di fare leggi anti burocrazia”

FrosinoneToday è in caricamento