rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Elezioni

Elezioni Frosinone 2022, Possibile fa da anello di congiunzione tra Pd e tavolo del centrosinistra

Il Pd raccoglie l’altro invito al confronto, fatto dal partito che ha come modello Frosinone in Comune e ha espresso riserve sul tavolo di Psi, Azione, Italia Viva, Demos e Articolo 1. Vogliono tutti un Polo progressista che includa anche il M5S

Il Partito Democratico di Frosinone, già spronato a prendere parte al tavolo di centrosinistra formato da Psi, Azione, Italia Viva, Demos e Articolo Uno, raccoglie un altro invito al confronto in vista delle elezioni amministrative 2022. Quello presentato da Possibile, rappresentato dai portavoce Anna Rosa Frate e Gianmarco Capogna (Lgbti+) e già partecipante con riserva al suddetto tavolo costituito dal resto del centrosinistra.

Ora, come fanno sapere il segretario provinciale Luca Fantini e la presidente della federazione ciociara e del circolo cittadino Stefania Martini, è il Partito democratico che vuole svolgere un ruolo guida verso la formazione di un Polo progressista che comprenda anche il M5S. È quanto già proposto a gran voce da Gerardina Morelli e Mateo Zemblaku (Psi), Alessandra Sardellitti (Azione), Valentina Calcagni (Italia Viva), Maria Grazia Baldanzi (Demos), Ivano Alteri e Alberto Gualdini (Articolo Uno).

Polo progressista: Possibile anello di congiunzione tra Pd e tavolo del centrosinistra

Possibile, che ha come modello il gruppo Frosinone in Comune guidato dal consigliere comunale Stefano Pizzutelli, ha già “espresso perplessità in merito ad un’accelerazione dello stesso tavolo – ha fatto presente il duo Frate-Capogna - col quale, seppur condividendo lo spirito generale di ricostituzione di un’area, non ci troviamo d’accordo su alcune metodologie e percorsi in atto”.

Vuole una coalizione ampia, plurale, progressista, ecologista, femminista e attenta ai diritti che trovi una propria legittimazione anche attraverso delle primarie di coalizione. A tal proposito i democrat Fantini e Martini ribadiscono quanto già esternato dal leader provinciale del Pd Francesco De Angelis: “Le primarie rappresentano uno strumento di forza e di unità per la scelta del miglior candidato”.

Il Partito Democratico, a fronte di un quadro in cui vede bene anche Frosinone in Comune, ritiene che “ci sono le basi e la volontà per proseguire questo dibattito che miri alla ricostruzione del centrosinistra e ci veda protagonisti insieme alle altre forze che includeremo, per una nuova stagione per Frosinone”.  Nei prossimi giorni, pertanto, sarà lo stesso Pd a convocare “un tavolo con tutte queste forze per valutare il percorso migliore da intraprendere – annunciano, infine, i vertici dem - La città ha urgente bisogno di ripartire, potrà farlo solo grazie all'apporto del fronte progressista che andremo a costruire”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Frosinone 2022, Possibile fa da anello di congiunzione tra Pd e tavolo del centrosinistra

FrosinoneToday è in caricamento