rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Il riequilibrio finanziario

Frosinone, Comune: con il piano di risanamento, nuove assunzioni

"Ora, nella fase finale della procedura di ripianamento del debito, dopo nove anni di azioni efficaci e puntuali, si stanno liberando nuove risorse che hanno già consentito la ripresa delle assunzioni di nuovo personale, soprattutto all'interno degli uffici tecnici e amministrativi. "

"Siamo ben consapevoli del fatto che la dotazione dei Settori del Comune di Frosinone sia stata interessata, negli ultimi anni, dalla cessazione dal servizio di numerosi dipendenti, come riportato anche sui mezzi di comunicazione, nei giorni scorsi, mediante le dichiarazioni provenienti da organizzazioni sindacali – ha dichiarato l’assessore al bilancio e alle finanze, Riccardo Mastrangeli Per questo motivo, l'amministrazione ha lavorato, negli ultimi anni, per raggiungere gli obiettivi di mantenimento e implementazione degli standard di qualità dei servizi offerti alla cittadinanza, oltre che della valorizzazione delle eccezionali professionalità presenti nella dotazione organica del Comune, anche grazie ai quali è stato possibile realizzare i numerosi e ambiziosi progetti amministrativi previsti dal programma portato avanti dal sindaco, Nicola Ottaviani."

"Va, però, specificato che la procedura di Riequilibrio Finanziario, attivata nel 2013 per il risanamento del debito di circa 50 milioni di euro delle precedenti gestioni amministrative, - continua Mastrangeli - aveva escluso la possibilità di sostituire il personale in quiescenza. Ora, nella fase finale della procedura di ripianamento del debito, dopo nove anni di azioni efficaci e puntuali, si stanno liberando nuove risorse che hanno già consentito la ripresa delle assunzioni di nuovo personale, soprattutto all'interno degli uffici tecnici e amministrativi. Senza contare, inoltre, che, siamo comunque riusciti a evitare ogni aumento tariffario per i servizi erogati, continuando a investire sulle opere pubbliche, sulla cultura, sull'urbanistica e nei servizi sociali."

"L’obiettivo – ha concluso Mastrangeli - è stato e continuerà a essere quello di mettere in atto tutti gli accorgimenti normativi che possano venire incontro alle esigenze dei cittadini di Frosinone, specie in un periodo, come quello che stiamo vivendo, che presenta tante criticità dal punto di vista economico e sociale”.

La CISL FP di Frosinone 

Si legge in una nota ufficiale : "Accogliamo con soddisfazione le parole dell’assessore Mastrangeli comparse sulla stampa che preannunciano nuove assunzioni nel Comune di Frosinone. Sono diversi anni che chiediamo politiche assunzionali in grado di compensare le uscite determinate da quota 100 ed assicurare risposte adeguate ai cittadini e carichi di lavoro individuali sostenibili. Ovviamente ci aspettiamo interventi adeguati capaci di invertire la rotta che da diversi anni vive il comune e non pannicelli caldi. 

Se non dovessero bastare le risorse che l’assessore ha in qualche modo fatto intendere si può pescare dalle regole del Pnrr che ha previsto acceleratori per le assunzioni negli enti locali. Per esempio ci sono le assunzioni a carico delle risorse Pnrr che non sono più soggette ad autorizzazioni, come era previsto nel Dl 80/2021, oppure utilizzando gli extra spazi assunzionali per dare attuazione ai progetti del Pnrr. Si tratta di reclutamenti a termine in deroga al tetto di spesa per il lavoro flessibile della durata di 36 mesi prorogati nei limiti della durata dei progetti e comunque non oltre il 31 Dicembre 2026 tutti in deroga al tetto di spesa per il lavoro flessibile e non rientranti nel limite complessivo della spesa del personale previsto dall’art. 1 comma 557 quater della Legge 296/2006 ( media del triennio 2011-2013).

E’ chiaro che l’Ente deve avere una strategia di crescita per usufruire di queste opportunità. Oltre il grido di allarme lanciato per le assunzioni, la nostra nota invitava l’amministrazione ad un confronto  perché riteniamo che solo dal confronto tra le parti si possa trovare l’incontro tra le istanze dei lavoratori che rappresentiamo e le necessità dell’Amministrazione.

Perché nel confronto si possono gettare fondamenta solide costituite da assunzioni a tempo indeterminato e trasformazione dei contratti part time in full time, si possono percorrere strade di valorizzazione del personale con passaggi di categoria e si possono utilizzare tutte le opportunità assunzionali che la legge oggi consente. Ci aspettiamo nei prossimi giorni una convocazione per ragionare insieme sulla crescita occupazionale dell’ente ed atti amministrativi che traducano le dichiarazioni a mezzo stampa in azioni concrete perché i dipendenti si meritano un miglioramento dopo anni di grandi sacrifici."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone, Comune: con il piano di risanamento, nuove assunzioni

FrosinoneToday è in caricamento