Attualità

Discarica a cielo aperto nell'area industriale, Legambiente Frosinone: "Nulla si muove"

Per denunciare il degrado cinque mesi fa arrivarono anche le telecamere della Rai. Da allora nulla è cambiato

Dopo un servizio del TGR Lazio che denunciava l’abbandono di rifiuti nell’area industriale di Frosinone, il 19 febbraio scorso, su sollecitazione del Presidente del Circolo Legambiente di Frosinone, si tenne un incontro fra quest’ultimo e l’Assessore del Comune capoluogo Massimiliano Tagliaferri, nel quale si concordò di farsi promotori di un tavolo insieme ai rappresentanti del Consorzio ASI e dei Carabinieri Forestali, allo scopo di coordinare le iniziative necessarie alla caratterizzazione e rimozione dei rifiuti nonché alla prevenzione e repressione del conferimento illecito di rifiuti e dei reati ambientali perpetrati da ignoti. La decisione fu formalizzata da una PEC inviata dal Circolo ai suddetti enti.

"Da allora - scrive Legambiente Frosinone sulla propria pagina social - tutto tace. Silenzio tombale da parte di Comune e Consorzio ASI".

"Speravamo che dalle parole si fosse passati ai fatti  - continua il Circolo 'Il Cigno' - saltando riunioni e tavoli a piè pari, e allora siamo andati a controllare di persona. Le foto che vedete (in basso) sono state scattate sabato nel territorio frusinate attraversato dall’Autostrada, più precisamente lungo un viottolo che, partendo da Via Selva dei Muli, attraversa un cavalcavia autostradale e costeggia un depuratore abbandonato di proprietà del Consorzio ASI. Ebbene, rispetto allo scorso gennaio la situazione è, se possibile, addirittura peggiorata: ovunque rifiuti di ogni tipo, comprese lastre di eternit, ingombranti e scarti di edilizia. Poco dopo il sopralluogo, il percorso costellato di rifiuti è stato attraversato da un gregge di ovini al pascolo, come fosse la cosa più naturale del mondo".

"Ci troviamo  - conclude Legambiente - allora costretti a denunciare l’inazione di Comune e Consorzio ASI, che pure erano stati sollecitati ad agire. Quest’ultimo, in particolare, non può certo chiamarsi fuori in quanto incompetente, poiché i rifiuti sono addossati tutt’attorno ad un’area di sua proprietà: è così difficile provvedere ad installare telecamere di sorveglianza lungo la recinzione?Sindaco Ottaviani, Presidente De Angelis, se non arreca troppo disturbo, il popolo inquinato di Frosinone vi implora di agire!".

Discarica area industriale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica a cielo aperto nell'area industriale, Legambiente Frosinone: "Nulla si muove"

FrosinoneToday è in caricamento