Saf, buone notizie dall'incontro in Regione. Congelati gli aumenti tariffari degli ultimi anni

Inoltre, nei prossimi giorni il CDA convocherà l’assemblea dei soci, probabilmente prima delle ferie estive, per la discussione e la votazione del bilancio 2017 e l’illustrazione del piano industriale 2018-2022

E’ terminato poco dopo le 14 l’incontro in Regione Lazio tra la dirigenza Saf - guidata dal presidente Lucio Migliorelli - e la Direzione Regionale  Rifiuti dell’assessorato all’Ambiente. L’incontro ha fatto seguito alla richiesta di 47 sindaci/soci della Provincia di Frosinone tesa a rivedere gli effetti della determinazione sulla tariffa varata dalla Regione Lazio nei mesi scorsi.

Il passo in avanti della Regione

E la Regione, ieri, dopo una lunga e approfondita analisi con la delegazione della Saf è andata incontro alle richieste provenienti dai Sindaci. Nel documento sottoscritto, viene evidenziato che la retroattività della tariffa avrà decorrenza dal 01/01/2017 cosi come richiesto ed auspicato dai Sindaci. Relativamente agli anni 2015 e 2016 si è raggiunta una intesa che è la seguente: l’aumento previsto per questi due anni, i maggiori costi già votati dai sindaci e ricompresi nei bilanci Saf, saranno congelati in attesa che vengano ricalcolati di nuovo in un confronto tra Regione, Azienda e Soci. Inoltre, una volta ricalcolati i maggiori costi del 2015 e 2016, di intesa tra  Regione Lazio, Soci e Saf   S.p.A., gli stessi saranno recuperati attraverso un meccanismo graduale annuale che non potrà superare il 10 % della tariffa vigente nell’anno.

L'assemblea dei soci

Non solo, ma (cosa importante) è stato stabilito che il conguaglio tariffario relativo agli anni in questione potrà essere recuperato sia dai maggiori ricavi provenienti da gestioni di indifferenziato da extra Ato e non soci (anche con tariffa differenziata), sia da eventuali ulteriori finanziamenti che la regione potrà concedere. Nei prossimi giorni il CDA di SAF S.p.A. convocherà l’assemblea dei soci, probabilmente prima delle ferie estive, per la discussione e la votazione del bilancio 2017 e l’illustrazione del piano industriale 2018-2022.

La soddisfazione di Migliorelli

“Siamo riusciti, al termine di un confronto serrato ma utile, ad andare incontro alle richieste dei Sindaci/Soci rispetto al varo della nuova tariffa – lo dichiara Lucio Migliorelli Presidente SAF - Ora si aprirà un ulteriore approfondito confronto sia sull’approvazione del bilancio 2017 che sul futuro dell’Azienda e sul ruolo che la stessa dovrà avere nel ciclo dei rifiuti della nostra provincia. Mi auguro che le soluzioni individuate, che da un lato vanno incontro alle esigenze dei soci e dall’altro salvaguardano l’azienda, siano la chiusura positiva di questa fase. Per questo mi sento di ringraziarli insieme al ruolo decisivo della Amministrazione regionale”.

Dal bilancio al piano industriale

Se, dunque, le richieste dei sindaci (con il relativo, decisivo, consenso di Saf) sono state accolte l’approvazione del bilancio Saf, aprirà un nuovo capitolo: quello del Piano Industriale. A breve, infatti, la dirigenza Saf si confronterà con i sindaci-soci per il varo di quel Piano verso il quale la Regione ha già assicurato un congruo contributo per gli investimenti degli impianti. Investimenti che, nel giro di un paio di anni, potrebbero portare ad un abbassamento della tariffa stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento